News Provincia

Beni Comuni, a Grottaglie partono le richieste di adozione

I primi a raccogliere l’invito sono stati gli alunni

Beni Comuni, a Grottaglie partono le richieste di adozione
Beni Comuni, a Grottaglie partono le richieste di adozione

GROTTAGLIE – Approvato con delibera del Consiglio Co­munale n. 130 del 20/11/2017, anche il Comune di Grottaglie ha adottato il “Regolamento sulla collaborazione tra citta­dini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”: uno strumento nato per sostenere e valorizzare l’autonoma iniziativa dei citta­dini, singoli o associati, per fi­nalità di interesse generale.

I cittadini, singoli o in grup­pi, le associazioni, i comitati, le scuole, tutti possono colla­borare con l’Amministrazione comunale nella cura di beni co­muni urbani, beni ad uso pub­blico come ad esempio giardini, aiuole spartitraffico, rotonde stradali, marciapiedi, ma an­che edifici, spazi che possono essere pubblici o privati ad uso pubblico ma che di fatto sono beni comuni condivisi da tutta la comunità.

La tipologia dei beni può preve­dere anche l’attività di progetta­zione, organizzazione, anima­zione, assistenza, produzione culturale, realizzazione di even­ti, comunicazione, manutenzio­ne, restauro e riqualificazione dei beni mobili ed immobili in stato di parziale o totale disuso o deperimento.

I primi a rispondere all’appel­lo dell’Amministrazione sono stati gli alunni della classe III B della scuola primaria di pri­mo grado “Don Bosco” che nei giorni scorsi, attraverso i propri genitori, hanno inviato richiesta di ‘adozione’ delle tre fioriere che si trovano all’ingresso della Casa comunale.

Giovedì 21 novembre alle ore 10 i bambini accompagnati dal­la dirigente scolastica Patrizia Di Lauro e dalle insegnati Anna Chirulli e Chiara Conserva, in­sieme al sindaco e agli assessori Giovanni Blasi, Vincenzo For­naro ed Elisabetta Dubla, adot­teranno ufficialmente le fioriere piantando dei fiori gentilmente messi a disposizione dal sig. Antonio Serio della ditta ‘Giar­dini all’Occhiello’ di Grotta­glie, persona molto sensibile alle tematiche ambientali e con il quale partirà presto un pro­getto di sensibilizzazione sulla plastica in mare.

«La concreta collaborazione tra ente pubblico e cittadini signifi­ca saper lavorare insieme per il bene della città. Questo è il pun­to di partenza, un buon inizio per raggiungere obiettivi con­divisi e per valorizzare Grotta­glie. Sono convinto che saranno tantissimi i cittadini che formu­leranno la propria proposta di collaborazione sull’esempio di questi bambini e bambine; da loro prende il via una pratica di cittadinanza attiva necessaria per il territorio e che ha una va­lenza sociale di grande impor­tanza».

I cittadini che volessero propor­re l’adozione di un bene comune possono inoltrare richiesta al Comune di Grottaglie utilizzan­do i moduli pubblicati sul sito www.comune.grottaglie.ta.it banner “Amministrazione Con­divisa dei Beni Comuni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche