Cronaca News

Dopo il raid vandalico, alla San Giovanni Bosco arriva il sostegno del Comune

Saranno effettuati interventi di pulizia e ripristino

Le statue della “San Giovanni Bosco” imbrattate
Le statue della “San Giovanni Bosco” imbrattate

Viggiano e la consigliera Carmen Galluzzo hanno incon­trato nei giorni scorsi la comu­nità salesiana “San Giovanni Bosco” per rappresentare la di­sponibilità dell’amministrazio­ne Melucci a sostenere ed ese­guire il ripristino delle statue e dei luoghi oggetto di recente vandalizzazione.

I rappresentanti del Comune e i responsabili dei salesiani
I rappresentanti del Comune e i responsabili dei salesiani

«Con il sindaco Melucci ab­biamo condiviso la necessità di dare un segnale forte contro gli atti vandalici che purtroppo deteriorano luoghi della città particolarmente significativi – ha evidenziato l’assessore al Patrimonio, Francesca Viggiano – Avendo appreso delle vanda­lizzazioni compiute sulle statue installate nei pressi dell’oratorio San Giovanni Bosco, abbiamo ritenuto di offrire la nostra di­sponibilità ad effettuare gli in­terventi di ripristino delle statue danneggiate nonché la pulizia dell’area di via Umbria, colpita dall’opera dei vandali».

Nel corso dell’incontro è emersa la volontà da parte della comu­nità salesiana di rimuovere le installazioni, già ammalorate, e riqualificare l’area, sottraendola al degrado. «L’amministrazione comunale sosterrà, pertanto, la comunità salesiana nelle ope­razioni di pulizia e riqualifica­zione, fornendo pronta risposta e stigmatizzando il gesto di quei vandali che hanno dimostrato di non rispettare le più elementari regole del vivere civile».

«L’amministrazione Melucci – ha sottolineato la consigliera Carmen Galluzzo – vuole creare una rete che veda insieme Chie­sa, famiglia , scuola ed istituzio­ni comunali per aiutare i nostri ragazzi a ritrovare quel senso di civiltà e rispetto per i beni comuni. Episodi come questi raccontano di giovani insicuri e poco guidati nella gestione del­la loro vita. Siamo convinti di voler determinare una gestione della nostra comunità non solo amministrativa ma anche for­mativa delle giovani generazio­ni attraverso i nostri esempi di amministratori corretti ed atten­ti ai cittadini».

La comunità salesiana ha così commentato l’accaduto: «Noi Salesiani di San Giovanni Bo­sco riconosciamo il valore della collaborazione tra l’Ammini­strazione Comunale della nostra città con la Comunità Salesiana, che dirige e anima, in via Um­bria, la Parrocchia e l’Oratorio – Centro Giovanile “San Giovan­ni Bosco”. Come educatori dei giovani, difendiamo i valori del­la bellezza, della pulizia e della ecologia integrale. Preso atto del gesto vandalico che ha im­brattato le statue poste all’ango­lo tra via Umbria e via Tirrenia e avendo fatto, già da qualche tempo, una riflessione sull’op­portunità di rimuovere comple­tamente le statue in questione, la comunità salesiana condivide, con l’Amministrazione comu­nale, la scelta di pulire lo spa­zio in questione. I giovani e le famiglie che frequentano ‘Ora­torio Salesiano-Centro Giovani­le, più volte hanno lamentato la presenza di un luogo che si pre­sta a essere utilizzato in modo scorretto, favorendo occasioni o situazioni che inducono i ragaz­zi e i giovani a compiere gesti poco belli nei confronti di se stessi e della comunità sociale. Tanti genitori hanno sottolinea­to che il luogo in questione non può essere o diventare il punto di ritrovo, anche se all’esterno dell’Oratorio, di chi vuole gesti­re il proprio tempo libero offen­dendo e offendendosi. Infatti si rischia una contro testimonian­za di ciò che invece, ogni realtà e presenza salesiana è chiamata a realizzare: formare, cioè, at­traverso la pedagogia della gioia e l’antropologia cristiana, onesti cittadini e buoni cristiani. Sia­mo grati all’Amministrazione comunale per l’interessamento e confidiamo che la nostra città sia sempre più pulita nel rispet­to del bene comune».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche