Cronaca News

Gestione rifiuti all’ex Ilva, Bondi a giudizio

Enrico Bondi
Enrico Bondi

Arriva a giu­dizio uno dei tanti rivoli del complesso caso Ilva. Gli ex commissari straordinari Ilva Enrico Bondi e Piero Gnudi e i direttori di stabilimento pro tempore Antonio Lupo­li e Ruggero Cola sono sta­ti citati a giudizio per getto pericoloso di cose e attività di gestione di rifiuti non au­torizzata contestati fino al primo agosto 2015.

Dopo due richieste di archiviazio­ne, era stata il giudice Gilli a disporre nuove indagini. Gli indagati, secondi l’ac­cusa, avrebbero determina­to «illecitamente – è detto nel capo d’imputazione – lo sversamento di una quantità imponente di emissioni dif­fuse e fuggitive, nocive in atmosfera, emissioni deri­vanti dall’area parchi, dall’a­rea cokeria, dall’area agglo­merato, dall’area altiforni, dall’area acciaieria, e dall’at­tività di smaltimento operata nell’area GRF, nonché dalle diverse torce dell’area ac­ciaieria a mezzo delle quali (torce) smaltivano abusiva­mente una grande quantità di rifiuti gassosi». Udienza fissata per il 4 dicembre di­nanzi al giudice monocratico del Tribunale di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche