21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00

Attualità News

Scienze dello Sport, cominciate le lezioni

Le attività didattiche del nuovo corso universitario a Taranto

Scienze dello Sport, cominciate le lezioni
Scienze dello Sport, cominciate le lezioni

Il 25 novembre hanno avuto inizio le attività didattiche nella sede di Taranto del Corso di Studio in Scienze e Tecniche dello Sport, dell’Uni­versità degli Studi Aldo Moro.

La didattica ha preso inizio presso l’Istituto Pacinotti-Fermi, nell’aula magna “Aldo Moro” del plesso Fermi, con il messaggio di ben venuto da parte del preside dell’Istituto ospitante prof. Vito Giuseppe Leopardo, della dirigente dei Servizi Amministrativi dott.ssa Chiara De Bernardis.

Sono intervenuti il prof. France­sco Fischetti, responsabile del Corso di Studio di nuova istitu­zione, parte dello staff docenti del Corso e del prof. Carmine Carlucci presidente del Comi­tato Qualità della Vita Taranto.

Tutti i partecipanti hanno espresso viva soddisfazione per l’avvio di questa nuova attività formativa universitaria nella Città di Taranto che dopo anni di programmazione e di step ministeriali vede nascere una nuova prospettiva per chi, già laureato in Scienze delle At­tività Motorie e Sportive, non dovrà più trasferirsi in altre cit­tà regionali o fuori regione per continuare la formazione uni­versitaria.

Formazione universitaria lun­gimirante e concreta che nel territorio tarantino coniuga tra­dizione e futuro a partire dai primi corsi abilitanti per inse­gnanti di Educazione Fisica, dei primi anni ‘80, sino alle più attuali forme professionali di Laureati Specialistici impiega­bili sia nella Scuola ma anche nelle professioni sportive più at­tuali dal Turismo ecosostenibi­le, al benessere, alla educazione ai corretti stili di vita.

Un arricchimento della forma­zione universitaria tarantina fortemente voluta dagli Enti come Regione Puglia, ed i suoi rappresentanti tarantini in pri­mis l’assessore regionale Cosi­mo Borraccino, amministrazio­ne provinciale e Comune che si è concretizzata con la messa a disposizione di risorse umane, impianti e strutture adeguate e

all’avanguardia per la forma­zione dei Dottori Specialistici nello Sport.

Gli stakeholder e partner sono numerosi e di prestigioso opera­to nel territorio, Marina Milita­re, Ufficio Scolastico Regionale, Uisp Unione

Italiana Sport per Tutti, Apdi Associazione Insegnanti Edu­cazione Fisica, laureati e diplo­mati Isef. Il progetto condiviso e sostenuto da questi verrà a breve presentato in una cerimo­nia inaugurale che si svolgerà presso il Castello Aragonese e di cui si darà comunicazione a breve.

Il Corso, progettato e consolida­to in un lavoro pluriennale, par­tito in sordina e senza tanti cla­mori, ha visto concretizzare uno studio di fattibilità e di analisi della domanda svolto dal prof. Francesco Fischetti del settore scientifico Metodi e didattiche delle Attività Sportive ed ha visto ampia condivisione e so­stegno da parte delle autorità accademiche, iniziando dal ex rettore Uniba prof. Antonio Fe­lice Uricchio, all’attuale Rettore prof. Stefano Bronzini, al presi­dente della Scuola di Medicina prof. Loreto Gesualdo. L’obiet­tivo del corso è che, con la for­mazione di queste nuove figure professionali, si dia slancio ad un riqualificazione dei servizi per lo sport nel territorio, sia per una qualità dei servizi pri­vati (palestre e Associazioni Sportive) sia per un progetto di potenziamento del Turismo sportivo, marittimo e non, ol­tre che un miglior servizio per il benessere dei cittadini ed una corretta e ampia diffusione del­la pratica sportiva in previsione dei Giochi del Mediterraneo.

In tal senso, nel corso dell’ in­troduzione alla prima lezione del Corso di Diritto Civile, te­nuta dal prof. Cataldo De Sinno, presenti i primi 25 immatrico­lati, le autorità presenti hanno lanciato il progetto delle così dette Palestre della Salute, ex legge regionale numero 14 del 2017, che ha visto alla base pro­prio uno studio dell’Università di Bari. Anche su questo tema ci sarà a breve un tavolo di con­fronto interistituzionale.

Taranto avvia così un percorso virtuoso di ricerca, formazio­ne e sperimentazione di buone pratiche al servizio del Cittadi­no per tramite dei valori propri delle attività motorie e sportive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche