06 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 05 Dicembre 2020 alle 16:02:00

Attualità News

Incontri al Collepasso, partita l’iniziativa socio-culturale

Venerdì scorso il primo di una serie di incontri al Parco Archeologico in via Rondinelli

Il primo incontro al Parco Collepasso
Il primo incontro al Parco Collepasso

Ha preso il via lo scorso 29 novembre il primo degli incontri previsti ogni ultimo venerdì del mese al Parco Archeologico di Col­lepasso, in via Rondinelli nr.20, in raccordo con la fun­zionaria tarantina responsa­bile della tutela del territorio di Taranto, Laura Masiello, grazie all’autorizzazione del­la Soprintendente Archeo­logia Belle Arti e Paesaggio di Brindisi Lecce Taranto, Maria Piccarreta, indirizzata a Giovanna Bonivento Pupi­no (archeologa e guida turi­stica giornalista pubblicista esperta di comunicazione del Bene Culturale) la qua­le, sostenuta nell’iniziativa dall’associazione di pro­mozione sociale Kerameion Onlus (presidente lo sculto­re Aldo Pupino), ha avviato il percorso socio cultuale nel parco in linea con gli indirizzi della Soprintendente e cioè tutela e conservazione del paesaggio, fruizione soste­nibile dell’area archeologica, promozione della cultura e del territorio.

Nella prima locandina cre­ata per Collepasso dalla stessa Bonivento, erano vi­sibili i loghi di istituzioni ed associazioni: quello del MI­BACT archeologia belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto in alto a sinistra, del Comu­ne di Taranto che ha dato il patrocinio morale coi loghi di Taras e di Taranto Capi­tale del Mare, del Club per l’Unesco di Taranto ed as­sociazione Marco Motolese (presidente: Galluzzo Moto­lese), Auser La cittadinanza non ha età, Kerameion On­lus Integrazione Creativa, Xenìa, Protezione Civile Na­zionale Gruppo Protezione Civile Taranto, Polizia Locale Gruppo Sportivo Polizia Lo­cale Taranto Remo Gianca­ne, Gruppo Facebook Amici Parco Archeologico Colle­passo APAC con lo slogan Collepasso Parco Archeolo­gico Urbano per tutte le sta­gioni, definito luogo di ag­gregazione socio-culturale, didattica, turistica, ludico sportica e di relax, date le diverse aree disponibili per le attività.

Nel primo appuntamento di “Incontriamoci al Parco Ar­cheologico di Collepasso Bene Culturale e risorsa del territorio” hanno partecipa­to, con interventi di condi­visione dell’iniziativa rivolta ad una fruizione più costan­te e di coinvolgimento socio culturale della cittadinan­za e del territorio, la stessa funzionaria Laura Masiello, l’assessore all’Urbanistica Augusto Ressa già funzio­nario Mibact, il comandan­te della Scuola Aeronautica che confina col Parco, co­lonnello Gianluca Capasso, Raffaele Russo del Gruppo Protezione Civile Taranto, la Presidente Auser, Lina Ar­paia, il consigliere comuna­le Piero Bitetti, la referente dell’associazione di promo­zione sociale Xenìa, Tiziana Fuggiano, Vittoria Tommas­setti presidente Amici dei Musei, Dino Maiano com­missario capo Polizia Loca­le Taranto e poeta, Giovanni Berardi (direttore del Pre­sidio Turistico di Massafra e Domus Armenorum della Città Vecchia) e Mario Lanza di Auser.

Viva partecipazione alla vi­sita guidata con narrazione sul tema “Far parlare anche i muri a Collepasso!” condot­ta da Giovanna Bonivento Pupino.

Firme di cittadini sono state, inoltre, apposte sul quader­no delle presenze finalizzate al sostegno dell’iniziativa.

Il prossimo appuntamento è in programma venerdì, 27 dicembre, sempre al matti­no, per il secondo “Incontro col Parco Archeologico di Collepasso” dove è possi­bile fare passeggiate all’aria buona poco distante dal Mar Piccolo, portare a passeg­gio i piccoli in carrozzino, ammirare gli scavi anche in carrozzella per disabili.

Collepasso è un Parco che fa bene alla salute, al fisico e al cervello e che fa crescere culturalmente dando identi­tà individuale e collettiva.

Per adesioni e prenotazioni della saletta incontri con vi­sita guidata agli scavi, invia­re una mail all’indirizzo gio­vanna.bonivento@mail.com oppure a kerameion.onlus@libero.it.

Maggiori informazioni al se­guente numero telefonico: 328:5982458.

L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche