26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Settembre 2021 alle 22:33:00

Cultura News

Terra formata, ceramica in mostra al Crac Puglia nell’ex convento dei Padri Olivetani

L’importante collezione di arte contemporanea sarà inaugurata venerdì 6 dicembre alle 18,30

Ceramica in mostra al Crac
Ceramica in mostra al Crac

“Ceramica/Terra formata” è il titolo della colle­zione di arte contemporanea che sarà inaugurata venerdì, 6 dicembre, alle 18,30, negli spazi del Crac Puglia – il Cen­tro di Ricerca Arte Contempo­ranea della Fondazione Rocco Spani ONLUS – ubicato nell’ex Convento dei Padri Olivetani, in corso Vittorio Emanuele II nr. 17. Le opere in mostra sono realizzate da quattordici noti artisti di livello nazionale ed internazionale, appartenenti a generazioni, formazioni, geo­grafie e linguaggi artistici di­versi. Ecco i loro nomi: Pietro Coletta, Vittorio Corsini, Giulio De Mitri, Raffaella Formenti, Lindsay Kemp, Ugo La Pietra, Albano Morandi, Jean-Luc Parant, Lucia Pescador, Paola Pezzi, Lucio Pozzi, Alan Son­fist, Nanda Vigo e Antonio Vio­letta.

Si tratta di una collezione di sculture ceramiche, ideata e promossa dalla galleria Ro­berto Peccolo di Livorno e da Arte in Fabbrica di Fabio e Pa­olo Gori, presentata dai critici e storici dell’arte Flaminio Gual­doni e Roberto Lacarbonara.

«Queste opere – scrive Flami­nio Gualdoni in catalogo – sono corpi motivati, corpi con iden­tità. Essi si offrono alla luce, allo sguardo, forti della propria ragion d’essere, orgogliosi, si direbbe della propria alterità definita».

«Questa collezione di picco­le sculture – afferma Roberto Lacarbonara – presentate nel Centro di Ricerca Arte Con­temporanea di Taranto – luogo intimamente dedito al progetto, al disegno e allo studio prepa­ratorio – racconta per cenni questa intermedietà (o interme­dialità) della tecnica ceramicola tra segno e plastica, mostran­do quanto essa possa incorpo­rare pienamente l’immaginario degli artisti trattenendo nella terracotta le coordinate stili­stiche essenziali. La ceramica è, in questo senso, uno spazio di cattura e contenimento delle istanze essenziali di un pensie­ro della forma e, come la for­ma, è innanzitutto phorein = portare, contenere, plasmare».

Per l’occasione è stata rea­lizzata una pubblicazione per le Edizioni “Gli ori” di Pistoia contenente testi critici di Gual­doni e Lacarbonara, apparato iconografico (progetti e opere) enote bio-bibliografiche degli artisti. La mostra resterà aper­ta sino al 20 gennaio 2020 nei seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dal­le 18 alle 20; sabato e festivi solo per appuntamento Info: 099:4713316 – 348:3346377 – 334:7921142 -www.cracpuglia.it – cracpuglia@gmail.com – rocco.spani@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche