15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Cronaca News

Musica per i pazienti dell’ospedale Moscati

Sabato sera c’è il concerto organizzato dall’Associazione Volontari Ospedalieri

Concerto organizzato dall’Associazione Volontari Ospedalieri
Concerto organizzato dall’Associazione Volontari Ospedalieri

L’Associazione Volontari Ospedalieri (Avo), se­zione di Taranto, organizza per sabato 7 dicembre alle ore 18, presso l’Auditorium dell’Ospe­dale “G. Moscati” di Statte, un evento musicale dal titolo “In­sieme per chi soffre”.

L’Associazione, come fa ormai da qualche anno, intende por­tare la musica all’interno della struttura sanitaria avvicinando­la ai degenti e alle loro famiglie ed offrendo, al tempo stesso, un importante momento culturale rivolto a tutta la cittadinanza.

La serata, organizzata in col­laborazione con Maria Addo­lorata Santoro, infermiera del Ss. Annunziata e poetessa per passione (conosciuta con lo pseudonimo di Airam) vedrà la presenza della bravissima chi­tarrista tarantina Palma Cosa che si esibirà insieme a Matteo Spinelli alle percussioni e Titty Dell’Orco al flauto. Alcuni ragazzi della Scuola “Don Milani-Pertini” di Grot­taglie, che stanno svolgendo attività di alternanza scuola-la­voro all’interno del nosocomio tarantino, distribuiranno og­getti natalizi creati con le loro mani a tutti i degenti presenti. Gli stessi ragazzi ripeteranno questo rito il 23 dicembre dalle ore 16 nei reparti del Santissima Annunziata.

Il direttore generale dell’Asl Taranto, Stefano Rossi, rivolge un plauso e un particolare ap­prezzamento all’iniziativa: «La musica non deve essere relegata in teatri o piazze ma deve essere libera di suonare ovunque: nel­le strade, nei luoghi della gioia e anche in quelli del dolore. In questi ultimi anni stiamo lavo­rando molto sull’aspetto sociale della musica anche attraverso la collaborazione delle associazio­ni che operano all’interno delle strutture dei nostri ospedali e siamo davvero felici di confer­marlo ancora una volta con que­sta iniziativa che va ben oltre gli aspetti musicali e che punta dritto al cuore dei degenti, dei familiari, degli infermieri e dei medici”.

«Il repertorio scelto per l’esi­bizione di sabato 7 dicembre – sottolinea Anna Pulpito, presi­dente dell’Associazione – vuole celebrare la musica che guari­sce e dà sollievo e che, come un farmaco dell’anima, è rimedio alle ansie e alle sofferenze, riu­scendo a far emergere la voglia di lottare, la gratitudine, la gioia e la speranza».

«Le note sanno risvegliare emozioni sopite, forza di volon­tà, ottimismo o semplicemente accompagnare la tristezza, for­nendo un supporto emotivo per affrontare con più coraggio i momenti difficili».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche