12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 07:19:17

News Provincia

Scuola, istituti superiori. Le proposte dei Comuni

Dimensionamento scolastico, accorpamenti e autonomie tra Palagiano, Palagianello, Castellaneta, Laterza e Ginosa

Aula scolastica
Aula scolastica

Si consolida ulte­riormente l’intesa dell’asse dei Comuni ionici di Palagiano, Pa­lagianello, Castellaneta, Laterza, Ginosa.

Si è tenuta mercoledì scorso la ri­unione dei sindaci che ha affron­tato il tema del dimensionamento scolastico degli istituti di istru­zione secondaria superiori.

La discussione ha riguardato l’of­ferta formativa delle scuole di ciascun Comune in base alle esi­genze del territorio.

«Ancora una volta gli enti coin­volti si ispirano al concetto di ter­ritorio, guardando al piano for­mativo territoriale, superando le singole visioni comunali e dando vita a un’ampia intesa che guardi al futuro dell’intero territorio. La scuola deve continuare a essere officina di sapere, formazione e di crescita per i nostri giovani, deve rispondere esclusivamente a un interesse pubblico e diffuso e per questo non può sottrarsi al dialogo con le istituzioni terri­toriali. Ogni Comune aveva già deliberato sul dimensionamento scolastico, inviando le proprie istanze all’ente Provincia. Non si è trattato di un’azione autonoma da parte di ciascun Comune, ma di una unione di intenti nell’ottica di una intesa ampia e convergente nel rispetto delle esigenze e delle vocazioni di un intero territorio».

Nei giorni scorsi, tutti i Comuni hanno lavorato congiuntamente al progetto Zes (Zona Economi­ca Speciale) che punta alla va­lorizzazione delle eccellenze del comparto agricolo e tutto ciò che è direttamente collegato a esso. «Risulta fondamentale far con­fluire le energie su tale settore sin dalle scuole superiori, attraverso l’istituzione di indirizzi di stu­dio che puntino alla formazione degli studenti e alla successiva immissione nel mondo del lavo­ro. In questa direzione, dunque, va la nuova riorganizzazione de­gli istituti superiori proposta dai sindaci agli Enti Regionali: si accorpa l’istituto Sforza di Pala­giano (liceo scientifico sportivo, tecnico e professionale) con l’isti­tuto Flacco di Castellaneta (liceo classico, istituto tecnico e pro­fessionale); si accorpa l’istituto Perrone di Castellaneta (istituto alberghiero) con l’istituto M. Bel­lisario di Ginosa (Istituto tecnico e professionale con la richiesta di un nuovo indirizzo formativo agrario) e con l’istituto Bellisa­rio di Palagianello (Istituto pro­fessionale con la richiesta di un nuovo indirizzo formativo per operatori di fiere e marketing); il liceo scientifico G.B. Vico di La­terza resta autonomo poiché già dimensionato. Lo straordinario dato emergente è la forte intesa dell’asse dei Comuni ionici, che guarda ad un futuro di unità e di unione di intenti. Questa visione, infatti, prevederà una valorizza­zione di ogni Istituto mediante la suddivisione in poli formativi, che rappresenteranno per ciascun Comune un valore aggiunto, non­ché una peculiarità per l’intera comunità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche