News Provincia

Festa dell’albero con i bambini a Roccaforzata

Sono stati piantumati pini di aleppo e carrubi nel parco pubblico Monte della Croce

Festa dell’albero con i bambini a Roccaforzata
Festa dell’albero con i bambini a Roccaforzata

ROCCAFORZATA – Lunedì scorso presso il parco pubblico Monte della Croce a Roccaforzata si è svolta la Giornata dell’albero, protagonisti i bambini nati nel 2013/2014 frequentanti la prima classe della scuola primaria Una manifestazione che l’Amministrazione Comunale ha voluto ripristinare e che sarà riproposta ogni anno. Avrà un duplice scopo e cioè avvicinare i bambini, le famiglie e i cittadini alla natura e incrementare la presenza del verde sul territorio comunale contribuendo così alla salvaguardia dell’ambiente con l’assorbimento dell’anidride carbonica e la restituzione di ossigeno, protezione della biodiversità e funzionalità da barriera naturale contro il dissesto idrogeologico.

L’Amminisatrazione comunale ha scelto nella quasi totalità di piantumare il carrubo. Un tipo di pianta diventata nella nostra regione specie protetta. Un albero sempre verde che se anche ha una crescita lenta, è molto longevo (anche pluricentenario) con fusto robusto, vigoroso e tra le altre cose produce anche un buon frutto. L’altra varietà di pianta è il pino d’aleppo, un albero sempreverde che inizia a ramificare sin dal basso, più veloce nella crescita e può arrivare oltre i 15 metri di altezza. La cerimonia di piantumazione è stata effettuata dagli operatori comunali i quali sono stati assistiti dai piccoli concittadini alla presenza di numerosi genitori. L’amministrazione comunale era rappresentata dal vicesindaco Raffaele Corona, dall’assessore alla Pubblica Istruzione Giuseppe D’Abramo e da diversi consiglieri comunali, tra i quali, Francesca Alfeo ed Antonia Panaro, entrambe consigliere delegate all’Istruzione e Rapporti con le scuole. “Una bella festa per la gioia dei nostri bambini – hanno tenuto a sottolineare i rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Roccaforzata – che cresceranno al pari della robustezza delle piante e un giorno, ormai diventati grandi, potranno dire “questo albero l’ho piantato io”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche