Cronaca News

Da Marconi a… piazza Giustizia

Una associazione tarantina ha vinto il bando regionale sulla partecipazione. Via al restyling

Una veduta di piazza Marconi
Una veduta di piazza Marconi

Giustizia” vince il bando regionale sulla parteci­pazione. Con l’atto dirigenziale n. 161 del 5 dicembre scorso la Regione Puglia ha comunicato ufficialmente l’esito del secondo bando sulla Partecipazione, per il quale il progetto “Marconi, Piazza Giustizia” presentato da Giustizia per Taranto, è risultato vincitore, piazzandosi al quindi­cesimo posto su oltre centocin­quanta progetti presentati in tutta la Regione. «E’ il felice risultato di una proficua cooperazione con importanti realtà socio-culturali del territorio, ciascuna portatrice di specificità e competenze che hanno portato valore aggiunto alla proposta e che sono l’Abfo, la Bottega del mondo Equociqui, la cooperativa Noi & Voi, Retake Taranto, l’Ordine degli Architetti di Taranto, la cooperativa di beni culturali Ethra, WWF Taranto, l’associazione di volontariato Ohana, gli operatori socio-cul­turali di Principi Erranti e Peppe Frisino.

“Marconi, piazza Giustizia” con­siste nella riscrittura condivisa di un luogo storico di Taranto che è Piazza Marconi, attraverso un progetto di riqualificazione e rifunzionalizzazione che vedrà protagonisti gli stessi abitan­ti del quartiere – evidenziano le associazioni – Al centro dell’i­dea progettuale ci saranno in­fatti esigenze e bisogni di chi la vive tutti i giorni, coadiuvati da professionisti della facilitazio­ne, della cooperazione sociale e della progettazione strutturale di spazi pubblici. Il percorso durerà sei mesi e si svilupperà attraverso una serie di azioni, quali il censi­mento e l’analisi dei bisogni de­gli abitanti, iniziative pubbliche di coinvolgimento, assemblee di quartiere, questionari per la rac­colta di idee e proposte, percorsi di riappropriazione dell’identità storica e archeologica della piaz­za e momenti di socializzazione e restituzione, in grado di crea­re senso di comunità e proposta concreta. L’atto conclusivo di questa costruzione partecipativa sarà la stesura del progetto fun­zionale della nuova piazza, da sottoporre poi all’Amministra­zione comunale tarantina, con l’auspicio che questa potrà dar se­guito alla proposta prodotta dalla cittadinanza».

Per l’Associazione Giustizia per Taranto «Piazza Marconi ha an­che un ulteriore significato: è il luogo dal quale partì la grande marcia per l’ambiente organiz­zata il 25 febbraio del 2017, che sancì la nascita dell’associazione. Piazza Marconi è quindi il luogo simbolico e paradigmatico attra­verso cui proveremo a raccontare Taranto e le sue contraddizioni, i suoi dolori, la sua gloria, la sua bellezza, per riscriverne, tutte e tutti insieme, una storia diversa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche