18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 12:17:53

Calcio News Sport

Il Taranto vuole crederci ancora

Massimo Giove al Corriere dello Sport rilancia le ambizioni. Test amichevole con il Talsano

Massimo Giove
Massimo Giove

«Ho tentato e ritenterò la conquista della serie C, per poi mettere in pratica il progetto basato su scouting e giovani (…) Al raggiungimento della C, daremo vita a un centro sportivo di nostra proprietà, per il quale esiste un progetto ed un terreno. Quel centro sportivo ci permetterà di affrontare al meglio la Serie C, che diversamente sarebbe proibitiva». Così Massimo Giove rilancia il suo progetto, in una intervista pubblicata sul Corriere dello Sport.

Il presidente punta sugli scontri diretti per non abbandonare il sogno promozione; gli ionici riprenderanno il loro cammino in campionato il prossimo 5 gennaio, in trasferta a Brindisi, per la prima giornata di ritorno. Intanto, nonostante un freddo gelido e un avversario di tre categorie superiori, il Talsano Taranto non sfigura nell’amichevole di prestigio contro il Taranto Fc 1927, perdendo per 7-0 e mostrando per larghi tratti del match (la prima frazione si è conclusa con uno svantaggio di sole due lunghezze) buone trame di gioco e un’organizzazione eccellente. Per la cronaca, per i rossoblu sono andati a segno Goretta (autore di una doppietta) nel primo tempo e D’Agostino (due gol anche per lui), Serafino, Van Ransbeek e Oggiano nella ripresa. Presenti allo “Iacovone B”, che ha ospitato l’incontro di fronte ad una discreta cornice di pubblico, il direttore generale Domenico Pellegrini e tutti i vertici societari, con il presidente Giuseppe Fornaro e i vicepresidenti Gianni Graniglia e Gianluigi Palmisano.

Proprio quest’ultimo, a fine gara, non ha nascosto la sua grande soddisfazione per il match dei suoi ma soprattutto per i primi mesi da “patron” della squadra: “Ringrazio il Taranto per quest’amichevole così prestigiosa: auguro al club e ai suoi tifosi di recuperare terreno e ottenere tanti successi. Sono veramente contento: quando quest’estate il presidente Fornaro e il vicepresidente Graniglia mi hanno chiesto la partecipazione in questo nuovo progetto, non pensavamo di cogliere subito i risultati che invece sono arrivati, perché non esperti di questa categoria: con il lavoro del direttore Pellegrini e l’esperienza di Pettinicchio, invece, abbiamo finora disputato una buonissima stagione”. Sul passaggio di consegne estivo: “Rinnovo la mia gratitudine al presidente per avermi consentito di entrare in questa società e ringrazio in particolar modo Dante Capriulo, che in questi anni si è impegnato tantissimo per sostenere il Talsano, da persona sportiva e molto attenta al proprio territorio, che quest’anno ha lasciato il testimone a noi. Noi ci impegniamo affinché i nostri si sentano veri calciatori: a loro e a tutti i tarantini auguro un 2020 molto positivo e con tanti motivi per sorridere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche