21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Cronaca News

Raid della banda del buco. Nel mirino i gratta & vinci

Prima di darsi alla fuga hanno abbandonato parte delle refurtiva. Indaga la Polizia di Stato

L’edicola finita nel mirino dei ladri (foto Francesco Manfuso)
L’edicola finita nel mirino dei ladri (foto Francesco Manfuso)

La banda del buco ha colpito in una edicola situata in corso Italia.

Il raid nella notte tra marte­dì e mercoledì. I ladri si sono introdotti nell’esercizio com­merciale, dopo aver praticato un grosso foro su una parete di un immobile attiguo e hanno portato via trecento tagliando “gratta e vinci”.

I malviventi, probabilmente disturbati da qualcuno mentre mettevano a segno il furto, han­no abbandonato una parte della refurtiva, alcuni giocattoli, la­sciati per terra durante la fuga.

Appena è stato dato l’allarme sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Volante e i loro colleghi della Polizia scientifica.

L’edicola finita nel mirino dei ladri (foto Francesco Manfuso)
L’edicola finita nel mirino dei ladri (foto Francesco Manfuso)

In queste ore gli investigatori della Questura stanno lavoran­do per risalire agli autori del furto.

La banda del buco a dicembre aveva colpito in un negozio del­la galleria di un centro com­merciale. Aveva preso di mira un negozio di abbigliamento. Il bottino, era stato di alcune deci­ne di migliaia di euro.

Secondo una ricostruzione fatta dai carabinieri della Compagnia di Taranto la banda di ladri per entrare nel centro commerciale era passata attraverso una porta di servizio e, successivamente, avrebbe praticato un foro per introdursi nell’esercizio com­merciale. Prima di entrare nel negozio di abbigliamento i mal­viventi aavevano neutralizzato il sistema di allarme.

A settembre corso un analogo raid era stato messo a segno in un esercizio commerciale della galleria di un altro ipermercato.

I malfattori avevano preso di mira un negozio di articoli sportivi portando via un ingen­te bottino: incasso e merce co­stosa.

Erano stati i proprierari del ne­gozio a denunciare il maxi fur­to sulla loro pagina Facebook. I titolari dell’esercizio commer­ciale avevano anche pubblicato alcune foto che immortalato l’incursione dei ladri. Nell’arco di due mesi i ladri avevano agito per ben due volte e con le stesse modalità.

Potrebbe trattarsi della stessa banda del buco che aveva già colpito poco prima dell’inizio dell’estate nella galleria dell’i­permercato.

Aveva svaligiato due attività commerciali.

Nelle ore precedenti il furto nella edicola di corso Italia una incursione dei ladri era avvenu­ta in una chiesa del rione Tam­buri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche