21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 15:24:44

Cultura News

L’Italia vista dagli artisti stranieri del XX secolo

Sabato 11 gennaio al Crac il critico d’arte Massimo Bignardi

Terrazze al Sole
Terrazze al Sole

Dopo il recentissimo TALKinCRAC, presentazione del sag­gio di Vittorio Brandi Rubiu, Scritti tra arte e vita (Castelvecchi Editore, 2019), sabato 11 gennaio 2020 alle ore 18.00 sarà presentato – negli spazi del CRAC Puglia (ex Convento dei Padri Olivetani,sec. XIII, Corso Vittorio Ema­nuele II, n. 17 – Centro storico), nell’am­bito della rassegna “Ceramica. Terra formata”, il libro Terrazze al sole. Il pa­esaggio e la vita italiana nella pittura nei viaggiatori del XX secolo (Liguori Editore, 2019), di Massimo Bignardi, storico e critico d’arte, professore di Storia dell’arte contemporanea, pres­so il Dipartimento di Scienze storiche e dei Beni culturali dell’Università di Siena.

Il tema centrale del saggio di Massi­mo Bignardi è “il viaggio in Italia nel XX secolo, ossia i viaggi ed i soggiorni di artisti stranieri nel Bel Paese nel tem­po della modernità.

È un’ulteriore traiettoria di un viaggio personale tra ‘viaggi’ che hanno «ali­mentato e sostenuto una metamorfosi -scrive Bignardi- che ha interessato i nascosti territori della mia immagi­nazione. Ho compreso, per dirla con le parole di Steinbeck che le persone non fanno i viaggi, soni i viaggi che fanno le persone e quindi che nel mio accompagnarmi nei viaggi altrui, si ce­lava il desiderio di spingermi in territori non ancora esplorati dell’anima».

È stato così che gli studi sui viaggiatori, sui loro soggiorni nell’Italia ‘moderna’, hanno assunto la cifra di una geografia personale che l’autore ha trasformato in itinerari, tappe, a volte scelte, che hanno segnato profondamente un lungo ed intenso periodo di studio. L’at­tenzione si è spinta oltre i racconti ita­liani di fine XIX secolo di James Henry, piegando l’interesse verso realtà intro­spettive, verso l’idea di un viaggio av­vertito quale esperienza di riconoscer­si, accogliendo le suggestioni di quello italiano narrata da André Gide ne L’im­moraliste apparso all’alba del nuovo secolo. Una scelta che ha trasformato la ricerca storico critica in una rifles­sione sulle personali vicende umane e sociali riconoscendo in queste espe­rienze il portato di nuovi sentimenti”. Introdurrà l’incontro il prof. Giulio De Mitri, artista e direttore scientifico del CRAC Puglia, presenteranno il volu­me il prof. Aldo Perrone, scrittore e presidente Gruppo Taranto e il dott. Silvano Trevisani, scrittore e giornalista professionista. Seguiranno alcune letture dell’attrice Giusy D’Auria, tratte dal volume.

L’incontro è promosso ed organizza­to dal CRAC Puglia della Fondazione Rocco Spani onlus e patrocinato dal Presidio del Libro, istituzione della Re­gione Puglia, Assessorato all’Industria Turistica e Culturale.

L’occasione sarà propizia, anche, per visitare la mostra: “Ceramica. Ter­ra formata”, aperta al pubblico, negli spazi del CRAC, sino al 20 gennaio 2020.

Massimo Bignardi è professore di Sto­ria dell’arte contemporanea presso il Dipartimento di Scienze storiche e dei Beni Culturali dell’Università di Sie­na, ove ha diretto, per diversi anni, la Scuola di Specializzazione in Beni sto­rico artistici. Dal 2003 dirige il FRAC-Baronissi (Museo-Fondo Regionale d’Arte Contemporanea) e dal 2012 la rivista GeaArt, periodico di cultura, arti visive, spettacolo e nuove tecno­logie creative. Storico e critico d ‘arte contemporanea da anni, unitamente agli aspetti dell’Arte Ambientale, pone attenzione al tema del ‘viaggio’ con­temporaneo in Italia, in particolare nel Sud. Sull’argomento ha pubblicato: La costa di Amalfi di Maurits Cornelis Escher (1993); L’ansa della luna (1993); Altri viaggi a Sud (2002); e ha curato il volume Viaggiatori in Molise (2000). Per Liguori ha pubblicato: Le stanze del Minotauro, Scritture su Picasso (2008 e 2011); Praticare la città. Arte ambientale, prospettive della ricerca e metodologia d’intervento (2013); Pi­casso a Napoli. Una “Montmartre ara­be” (2017).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche