News Provincia

Sava, il battesimo civico di 170 maggiorenni

L’iniziativa sabato nell’auditorium dell’istituto superiore “Falcone-Del Prete”

Dario Iaia
Dario Iaia

SAVA – Si ripete per il terzo anno consecutivo un’iniziativa significa­tiva: il battesimo civico dei mag­giorenni savesi. Quest’anno, sa­ranno 170 e si ritroveranno sabato prossimo nell’auditorium dell’isti­tuto di istruzione secondaria supe­riore “ Falcone – Del Prete”.

Ad attenderli ci sarà un personag­gio di spicco, come Luciano Vio­lante, presidente emerito della Ca­mera dei Deputati e presidente della “Fondazione Leonardo-civiltà del­le macchine”. Violante relazionerà sul tema “Costituzione e legalità, riflessioni sulla società analogica e sulla società digitale italiana”. Con lui, ad arricchire l’importante gior­nata, il professor Enrico Cuccodo­ro, professore associato di diritto costituzionale all’Università del Salento che rievocherà l’esempio morale di Sandro e Carla Pertini.

Alla fine della mattinata, ognuno dei partecipanti riceverà una copia della costituzione italiana legge fondamentale della nostra repubblica ed una dello statuto comuna­le.

“Intendiamo rendere consapevoli questi giovani cittadini di quanto sia fondamentale prendere parte alla vita della società, soprattutto ora che hanno raggiunto la mag­giore età e potranno scegliere i loro rappresentanti o proporsi loro stessi alla guida del paese. Sono davvero felice – precisa il sindaco Dario Iaia – che anche quest’anno, il battesimo civico si svolga a Sava e sia impreziosito dalla presenza di ospiti di questa caratura. Devo complimentarmi con le scuole e con la promotrice dell’evento, il consigliere comunale Sabrina Zingaropoli per l’impegno che manifesta in favore dei più gio­vani”.

Quest’anno poi, ci saranno delle novità. “Si – spiega proprio Sabrina Zingaropoli, delegata alle politiche giovanili – l’amministrazione avrà il piacere di premiare gli studen­ti, residenti a Sava, uno per ogni istituto scolastico frequentato dai nostri giovani concittadini, che si sono particolarmente distinti per meriti scolastici, raggiungendo i 25 crediti formativi tra il terzo ed il quarto anno del percorso scolasti­co. Inoltre, anche coloro che hanno raggiunto crediti formativi, com­presi tra i 20 ed i 24, riceveranno un omaggio”.

Zingaropoli mostra orgoglio rac­contando questa iniziativa che ha un po’, il gusto del passato.

“ No – dice lei – al contrario, la nostro costituzione è sempre molto attuale e conoscerla non può che ampliare gli orizzonti mentali dei nostri ragazzi. Anche quest’anno, abbiamo voluto dare seguito alla manifestazione che non è solo qualcosa di formale ma, è intrisa di significati concreti. Il battesi­mo civico, così come la consulta giovanile e la partecipazione al treno della memoria che vedrà 20 giovani savesi partire il 17 gennaio prossimo per Auschwitz, rappre­sentano la precisa volontà di questa amministrazione di guardare con maggiore attenzione verso i giova­ni, aprire ad essi più porte possibili ed aiutarli ad affrontare la realtà per capire la strada da percorrere” .

“Loro – chiosa il primo cittadino Dario Iaia- sono il futuro di questa nazione ed è giusto che sappiano quale è la linea di confine tra diritti e doveri. Intravedo nelle nuove ge­nerazioni ed in questi studenti una interessante possibilità di crescita per il Paese. Vorrei solo chiede­re loro di mettere da parte, alme­no per un po’, il mondo virtuale in cui sono spesso immersi e di guardare ciò che li circonda. Solo conoscendo la realtà in cui vivono, potranno contribuire a migliorarla, proponendo nuove idee e mostran­do visioni differenti da quelle di noi adulti. Sono fiducioso e credo che occasioni come quella del bat­tesimo civico siano utili per aprire canali di comunicazione e di con­fronto con i ragazzi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche