19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 07:17:57

Cultura News

Flavia Piccinni vince il Premio Nabokov 2019

Nuovo riconoscimento alla scrittrice tarantina

Flavia Piccinni vince il Premio Nabokov 2019
Flavia Piccinni vince il Premio Nabokov 2019

Nuovo ricono­scimento per la scrittrice e giornalista tarantina, Flavia Piccinni (nella foto), alla qua­le è stato assegnato il “Pre­mio giuria Nabokov 2019” la cui consegna è prevista sta­sera, 11 gennaio, a Novoli (Lecce), al Teatro comunale (ore 17).

Nella motivazione si legge: “Autrice di inchieste e del saggio dal titolo “Il Premio giuria Nabokov 2019” è sta­to assegnato alla scrittrice e giornalista Flavia Piccin­ni autrice di inchieste e del saggio dal titolo ‘Bellissime’ edito da Fandango libri, nel quale si affronta il tema del­le bambine e la moda. Flavia Piccinni è riuscita a raccon­tare il dietro le quinte di un mondo che ‘consuma’ gio­vani generazioni di aspiranti celebrità”.

La giuria del Premio inter­nazionale Nabokov, nato a Roma nel 2006 (quest’anno celebra la sua XIV edizione) che da anni premia i nuo­vi autori in lingua italiana, ha inoltre deliberato che dall’edizione 2019, verranno assegnati il Premio alla car­riera a una figura di primo piano del panorama lettera­rio e/o giornalistico italiano che abbia svolto un corso seguendo l’esempio di pro­fessionalità riconosciuto nella figura dello scrittore russo, che verrà destinato a Pino Scaccia, storico inviato del Tg1 Rai.

Flavia Piccinni, lo ricor­diamo, ha pubblicato tre romanzi (Quel Fiume è la notte, Fandango; Lo Sba­glio, Rizzoli; Adesso Tieni­mi, Fazi) e un saggio sulla ‘ndrangheta (La malavita, Sperling&Kupfer). Ha vinto numerosi premi letterari (fra cui il Campiello Giovani) e radiofonici (l’ultimo è il Mar­co Rossi). È coordinatrice editoriale della casa editri­ce Atlantide. Collabora con diversi giornali. È autrice di documentari per Radio3 Rai e Rai1. Con “Bellissime” che ha prodotto tre interrogazio­ni parlamentari e un DDL, è stata vincitrice del Premio Benedetto Croce, del Pre­mio Enea e del Premio Esse­re Donna Oggi. Il libro, fina­lista anche al Premio Como e al Premio Alessandro Leo­grande, è anche un docufilm prodotto da Fandango. La sua ultima inchiesta è “Nella Setta” scritto con Carmine Gazzanni e pubblicato sem­pre da Fandango, i cui diritti cinematografici sono stati recentemente venduti. Sta lavorando al suo primo do­cufilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche