Cronaca News

Bimbi maltrattati, assolte le maestre. «Bimbi senza giustizia»

La rabbia dei genitori di alcuni piccoli alunni picchiati

Il Tribunale
Il Tribunale di Taranto

Per il presunto caso di maltattamenti nella scuo­la Europa, avvenuto negli anni scorsi, le due maestre finite sot­to processo sono state assolte ma i genitori dei bimbi non ci stan­no. I verdetti si rispettano ma le mamme e i papà dei piccoli confidano che venga impugnata la sentenza.

“Vogliamo giustizia per i nostri figli. Solo giustizia. Ora atten­diamo di conoscere le motiva­zioni della sentenza”. Delusa e arrabbiata una delle mamme degli alunni. “Ritengo che sia necessario lanciare un messa­gio forte su questi casi. Oltre alle vittime penso che si senta­no offese le maestre che fanno con professionalità e passione il proprio lavoro Ho visto i filmati che riguardano mio figlio e, ad esempio le percosse sono evi­denti – dice la donna contattata da Taranto Buonasera- e pensare che io e le altre mamme ci fidavamo delle maestre. Col senno di poi ho capito il comportamento di mio figlio. Negli ultimi tempi piangeva e non voleva andare a scuola. Ancora oggi fa fatica a stare con gli altri in classe”. Le maestre, una cinquantaduenne e una cinquantunenne, entrambe residenti nel capoluogo jonico, erano state sospese dal giudice delle indagini preliminari a set­tembre del 2014. La vicenda su­scitò non poco scalpore in città per ciò che emerse dall’inchiesta che era stata condotta dagli in­vestigatori dalla Polizia di Stato. I piccoli avevano assunto atteg­giamenti mai mostrati in prece­denza: uno di loro “era diven­tato violento e non riusciva più a controllare i bisogni fisiologi­ci”, un altro “aveva vomitato su un foglio su cui avrebbe dovuto fare un disegno”, ma tutti quanti “erano diventati inappetenti, ta­citurni, violenti, irascibili”. Se­condo l’accusa i filmati girati dagli investigatori della Questu­ra avevano messo in evidenza l’atteggiamento poco ortodos­so delle maestre che gli stessi bimbi avevano già raccontato. I piccoli avevano parlato di urla, scappellotti e pizzichi sul dorso della mano dei compagni, a volte costretti a restare seduti a lungo sulla sedia. Le due maestre fini­te sotto processo per maltratta­menti ai danni degli alunni a di­cembre scorso sono state assolte dal giudice monocratico che ha accolto la richiesta del collegio di difesa composto dagli avvoca­ti Egidio Albanese, Gaetano Vi­tale, Cosimo D’Amuri e Davide De Santis.

Ventotto genitori dei bimbi si sono costituiti parte civile tra­mite gli avvocati Marino Gale­andro, Giuseppe Sernia, Adria­no Minetola, Fabio Fantastico, Luca Latanza, Vincenzo Monte­forte, Luigi Semeraro e Glenda Schirano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche