21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Attualità News

Torna il Festival della cucina con la cozza tarantina

Il 18 gennaio l’appuntamento a Gallipoli con la XX edizione

Torna il Festival della cucina con la cozza tarantina (foto Jimmy Pessina)
Torna il Festival della cucina con la cozza tarantina (foto Jimmy Pessina)

Divulgare la conoscenza di un prodotto tipico locale ha un du­plice obiettivo: da un lato valorizzare il prodotto locale, dall’altro promuo­vere sia il turismo enogastronomico, sia l’immagine complessiva della città in cui nasce il prodotto. È stato que­sto l’intento che, ben 18 anni fa, ha indotto il Cav. Cosimo Lardiello, pre­sidente del centro di cultura Renoir, a dare vita ad un Festival itinerante su tutto il territorio nazionale che è stato parzialmente clonato e riproposto dai maggiori networks televisivi.

Una elegante manifestazione nel classico stile Renoir che ha portato una diversa immagine del prodotto del nostro mare in tante regioni ita­liane insieme a quella della città, ri­scuotendo unanimi consensi tanto da indurre alcune amministrazioni pub­bliche locali, come i comuni di Lerici, Macerata e Cervia, in tentativi di imi­tazione con i loro prodotti tipici locali.

Come ogni anno, grazie alla capar­bietà e alla passione di Lardiello, il “Festival italiano della cucina con la cozza tarantina” riparte con la vente­sima edizione.

Torna il Festival della cucina con la cozza tarantina (foto Jimmy Pessina)
Torna il Festival della cucina con la cozza tarantina (foto Jimmy Pessina)

Si riaccendono i riflettori sul prezioso frutto del Mar Piccolo di Taranto, oggi allevato in aree sottoposte a serratis­simi controlli da parte delle autorità preposte che ne definiscono qualità e salubrità in maniera costante setti­manalmente.

In particolare registriamo che i mitili collocati nel comprensorio indicato come secondo seno del Mar Piccolo di Taranto sono tornati ad essere col­locati e classificati nella classe “A”, cioè il prodotto non ha più necessità di essere (successivamente alla raccolta stabulato quindi potrà essere distribuito e commercializzato diret­tamente dalla fonte di coltivazione alla vendita.

Come nelle precedenti edizioni la ma­nifestazione sarà seguita dalla stam­pa locale e nazionale, con la presen­za costante delle telecamere di Rai 2 con la trasmissione “Eat Parade”. Il successo ottenuto dalle edizioni precedenti del “Festival italiano della cucina con la cozza tarantina” ne fa ormai una realtà consolidata.

Gli chef partecipanti, tutti provenien­ti da prestigiose strutture ricettive da ogni parte d’Italia, trasformano e arricchiscono con nuove proposte creative il prodotto jonico con ab­binamenti insoliti e accattivanti che esaltano la materia prima tarantina, la vera protagonista dell’evento, con­ferendo nuove sensazioni al palato e scrivendo di volta in volta nuovi pezzi di storia della cucina italiana.

Gli chef e i maître, che hanno accolto e conosciuto i nostri mitili, diventano a loro volta, attori e diffusori dell’im­magine del prodotto stesso attra­verso l’elaborazione di centinaia di nuove modalità di confezionamento pronte per il nuovo pubblico.

Sarà l’Hotel Bellavista Club di Gallipoli ad aprire, per la XX Edizione 2020, gli appuntamenti itineranti in tutto il ter­ritorio nazionale. Seguiranno le sera­te di Napoli con il Gran Premio “Pizza e cozze tarantine” che si svolgerà ad Aversa il 24 e 25 marzo, mentre a feb­braio, come nel 2019, si svolgeranno 4 serate eliminatorie (solo per addetti ai lavori, chefs e commissari) presso i saloni ristoranti di Lido Impero, a Chiatona (Massafra).

Gli appuntamenti proseguiranno con Isernia, Civitanova Marche, Peschie­ra del Garda ed altro ancora per con­cludersi prima della pausa estiva.

Il Festival Italiano della cucina con la cozza tarantina quest’anno ha schie­rato a Gallipoli, l’intera squadra uffi­ciale nazionale del Festival.

Sono gli chef che rappresentano il festival nelle competizioni e nelle rap­presentazioni più importanti nazionali ed internazionali: Gianfranco Anzini executive chef Napoli, Alessandro Angiola executive chef Foggia, Vin­cenzo Cecere executive chef Catan­zaro, Nicola Altavilla executive chef Taranto, Onofrio Terrafino executive chef Gallipoli (LE).

La manifestazione sarà presentata dal giornalista Angelo Caputo.

All’evento parteciperanno giornalisti provenienti da diverse città italiane.

Ad allietare la serata sarà il gruppo di canto Rua Katalana Quartet che se­gue ormai il Festival da ben tre anni. La formazione presenterà un pro­gramma musicale che attinge al mi­gliore repertorio classico napoletano.

Parteciperà, tra gli altri, un numero­so gruppo di piloti dell’Aviazione Ma­rittima Italiana con il loro presiden­te nazionale, Orazio Frigino, e con i rappresentanti delle delegazioni delle Regioni Calabria, Marche, Lombar­dia, Toscana.

Numerose saranno anche le autorità delle Forze dell’Ordine dei Comuni di Lecce e Brindisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche