News Provincia

Palazzo Ducale di Martina Franca, iniziato il restauro

Sono iniziati i lavori del secondo lotto per un importo di oltre mezzo milione di euro

Palazzo Ducale di Martina Franca
Palazzo Ducale di Martina Franca

MARTINA FRANCA – Sono iniziati i la­vori del secondo lotto funzionale di restauro di Palazzo Ducale per l’importo di 514.762 euro. “Il Palazzo Ducale di Martina è stato oggetto di vari interventi di restauro sulla base di un progetto esecutivo approvato nel 2001 dell’importo di 5.195.553 euro in gran parte finanziato con fondi CIPE della Regio­ne Puglia e in parte comunali- si legge in una nota del Comune- sull’importo dei lavori del primo stralcio del progetto vi è stato un risparmio di euro 514.782, che stanno finan­ziando l’attuale cantiere affidato con gara di appalto alla impresa GEO.GA.

I lavori ri­guardano il Piano ammezzato Ovest ed Est, le prime due stanze del Piano Nobile, l’altare del Piano Nobile, le porte policrome, il re­stauro degli infissi esterni del Piano Nobile, prospicienti Piazza Roma, il ripristino degli infissi esterni del Piano ammezzato, i locali al secondo Piano adibiti finora ad Archivio Storico ( la mansarda di Palazzo Ducale), il grande e storico Portone di ingresso di Palazzo Ducale. La rimozione di cavi Enel e Telecom, in parte già rimossi. Altri lavo­ri sono connessi all’offerta migliorativa che è stata fatta dall’impresa. I l finanziamento sarebbe andato sicuramente perso per via del commissariamento nel 2016 del Comune di Martina, durato quasi un anno- prosegue la nota- dopo vari incontri svolti alla Regione presso gli Uffici dell’Assessorato ai Beni cul­turali, subito dopo le scorse elezioni ammini­strative, da parte del sindaco Franco Ancona e dell’assessore alle Attività e beni culturali Antonio Scialpi e del dirigente ai LL.PP. Giu­seppe Mandina, è stata scongiurata la perdita del finanziamento, assicurando tutti i pareri, indicendo la gara di appalto e completando tutti gli adempimenti burocratici.

Dopo i la­vori attuali nel Piano ammezzato per il re­stauro degli affreschi si passerà alle prime due stanze (che saranno chiuse al pubblico) del Piano Nobile. A seguire, tutti gli altri”. Antonio Scialpi, assessore alle Attività e ai Beni culturali ha dichiarato: “L’inizio dei la­vori del primo stralcio del secondo lotto dei lavori a Palazzo Ducale, è una bella azione per l’inizio di questo anno e per la conserva­zione della nostra eredità culturale più pre­ziosa, perché consente un completamento del progetto esecutivo approvato nel 2001. Il risultato di un costante lavoro di squadra. Le sale del Piano Nobile saranno così com­pletamente restaurate, dopo il ripristino ( a carico della vecchia impresa) dei gravi am­maloramenti verificatisi dopo i primi lavori. Ora si interviene su luoghi rilevanti anche sul piano storico-culturale. Ciò ci consentirà nei prossimi mesi di presentare la richiesta di finanziamenti per i Salotti dei Caracciolo delle sale d’Avalos, in cui si svolgono impor­tanti e continue manifestazioni culturali, per la manutenzione straordinaria della ringhiera in ferro battuto della balconata, consentendo l’uso di Palazzo Ducale come prestigioso luogo di cultura, secondo gli indirizzi di go­verno votati dal Consiglio Comunale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche