Cronaca News

Corriere della droga preso dopo un folle inseguimento

Ha tentato di investire gli agenti ma è caduto dalla moto finendo sull’asfalto

I Falchi della Questura di Taranto
I Falchi della Questura di Taranto

Inseguimento a folle velocità: presunto corriere della droga preso dalla Polizia di Stato.

Gli agenti Falchi della Squadra Mobile hanno arrestato France­sco Panarelli tarantino di ven­tisette anni già noto alle forze dell’ordine. Deve rispodnere di per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e di re­sistenza a pubblico ufficiale.

La capillare attività investiga­tiva dei poliziotti in borghe­se impegnati in mirati servizi antidroga, aveva consentito di individuareun presuntoi corrie­re il quale e, soprattutto nelle ore serali, in sella ad un grosso scooter, trasportava “cocaina” dal quartiere Tamburi al vici­no quartiere Paolo VI, facendo metodicamente sempre lo stesso percorso.

In attesa dell’ennesimo traspor­to di droga, gli agenti della se­zione “Falchi” hanno pianifica­to servizi di appostamento in via Galeso e lungo le strade a scorrimento veloce che condu­cono al quartiere Paolo VI, in attesa del passaggio del centau­ro.

A tarda serata, il sospettato, pri­vo anche del casco protettivo, a bordo di un Piaggio Beverly, è stato visto sfrecciare ad altissi­ma velocità in direzione nord.

I Falchi, intenzionati a porre fine al traffico illecito, si sono immediatamente messi all’in­seguimento del motociclista il quale, sin da subito, acceleran­do, ha dato la netta impressione di volersi sottrarre al controllo.

L’inseguimento a velocità so­stenuta è durato alcuni minuti durante i quali il fuggitivo, pur di farla franca, ha imboccato pericolosamente in controsen­so alcune rampe di accesso alla SS.7, fino a cercare di investire i poliziotti che erano scesi dalle auto di servizio con l’intento di bloccarlo.

La sua folle corsa è poi termi­nata in via Archimede quando, provando a disfarsi di un invo­lucro che custodiva nella tasca posteriore dei pantaloni, ha perso il controllo del mezzo urtando alcune auto in sosta e cadendo rovinosamente sull’a­sfalto.

Il giovane, identificato poi in Francesco Panarelli, è stato così definitamente fermato ed affi­dato subito alle cure dei soccor­ritori del 118 in considerazione delle numerose ferite riportat

te nella caduta.

Poco distante dal luogo dell’in­cidente i Falchi sono riusciti a recuperare l’involucro di cel­lophane lanciato dal presunto corriere con all’interno circa 45 grammi di cocaina in pietra allo stato puro.

Panarelli, privo della patente di guida perché mai consegui­ta, dopo le cure dei sanitari del Pronto Soccorso dell’ospedale Ss. Annunziata, è stato dichia­rato in arresto e messo a dispo­sizione del gip per l’udienza di convalida del provvedimento restrittivo.

Nelle ore precedenti sempre i poliziotti della sezione “Falchi” della Squadra Mobile, avevano arrestato per droga trentenne già noto alle forze dell’ordine. Una attenta attività di appo­stamento aveva consentito agli agenti della Questura di acqui­sire, in pochi giorni, importanti indizi in merito ad una attività di spaccio messa in piedi dal 30enne nella zona di via Diego Peluso.

I “Falchi”avevano quindi, per­quisito il suo appartamento rin­venendo marijuana e hashish. Nel rione Paolo VI avevano in­vece denunciato il gestore di u circolo ricreativo, un trentu­nenne tarantino che aveva na­scosto cocaina nella gamba di un tavolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche