Cronaca News

Decine di contravvenzioni per guida senza cintura e senza casco e daspo ai parcheggiatori abusivi

Posti di blocco di Polizia di Stato e Polizia Locale a Taranto e Massafra

Controlli di Polizia di Stato e Polizia Locale a Taranto e Massafra
Controlli di Polizia di Stato e Polizia Locale a Taranto e Massafra

Il rione Italia nel capoluogo jonico e Massafra sono stati controllati nell’ambito del progetto “Comunità Sicure”. Gli agenti delle Divisioni di Polizia Anticrimine e di Polizia Amministrativa, dell’Ufficio Immigrazione, coadiuvati dai loro colleghi del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, del XV Reparto Mobile di Taranto e della Polizie Locali, hanno eseguito diversi controlli ad attività commerciali, con maggiori attenzione a quelle ricettive, bar e ristoranti, circoli privati e sale giochi. A Massafra, in piazza Vittorio Emanuele ed in Piazza Garibaldi, sono state un centinaio le persone identificate e 150 circa i veicoli controllati.

Controlli di Polizia di Stato e Polizia Locale a Taranto e Massafra
Controlli di Polizia di Stato e Polizia Locale a Taranto e Massafra

Elevate numerose contravvenzioni per il mancato uso della cintura di sicurezza e ritirati diversi libretti di circolazione per la mancanza del certificato di revisione periodica. Particolare attenzione anche all’uso da parte dei motociclisti del caso protettivo: una cinquantina le multe. Tra le numerose attività commerciali controllate (inclusi club privati), il titolare di uno di questi è stato sanzionato per alcune irregolarità amministrative emerse nel corso dell’accertamento. Nel capoluogo, nel rione Italia, sono state sottoposte a controllo diverse strutture ricettive, quali Bed&Breakfast, bar e circoli ricreativi. Sono state quindi elevate sanzioni amministrativi per circa 10mila euro perché sono state rilevate irregolarità sulle autorizzazioni in materia di vendita di alimenti e bevande. Un venditore ambulante di prodotti ittici è stato sanzionato perché effettuava la sua attività itinerante in una zona vietata secondo quanto stabilito dalla relativa delibera comunale. I posti di blocco istituiti in città hanno permesso di identificare quasi 200 persone e di fermare un centinaio di veicoli, alcuni dei quali sospesi dalla circolazione perché privi delle previste revisione periodica ed assicurazione.

Giro di vite anche per i parcheggiatori abusivi. Emessi ben cinque Daspo urbani nei confronti delle persone destinatarie di diversi provvedimenti di ammonimento ad interrompere l’attività illecita. Altre due persone, originarie della provincia di Taranto, soprese in possesso di modiche quantità di hashish, sono state segnalate alla Prefettura: per loro è stato avviato il procedimento per l’emissione del foglio di via obbligatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche