News Provincia

Centro antiviolenza di Ginosa, il bilancio

Gli appuntamenti promossi nel 2019 da Rompiamo il silenzio gestito da Sud Est Donne

Centro antiviolenza di Ginosa
Centro antiviolenza di Ginosa

GINOSA – “Violenza di genere 365 giorni l’anno al fianco delle donne. Non basta una giornata mondiale per dire no alla violenza contro le donne”.

Così il Centro Antiviolenza Rompiamo il Silenzio, gestito da Sud Est Donne, il quale con il sostegno dell’Ambito Territoriale n. 1 e dell’Amministrazione Comunale di Gino­sa nella persona dell’assessore alle Politiche Sociali, Romana Lippolis, ha presentato il bilancio del 2019.

Diciotto gli appuntamenti promossi nell’an­no appena concluso al Centro Antiviolenza Rompiamo il Silenzio, in collaborazione con l’Ambito Territoriale n. 1 e il Comune di Ginosa, tra laboratori, mostre, incontri pub­blici e corsi di formazione per una responsa­bilità totalizzante che dura tutto l’anno. La scelta è stata quella di lavorare su più livelli coinvolgendo, in questo lungo percorso di sensibilizzazione, le istituzioni, le scuole, le realtà associative e le cittadine e cittadini del territorio, al fine di creare una rete sensi­bilizzata e “formata” sui temi della violen­za di genere quanto più capillare possibile. Una parte fondamentale di questo lavoro è stata rappresentata dalla sensibilizzazione all’interno delle scuole: sono stati organiz­zati laboratori rivolti sia agli studenti che al corpo docente (grazie anche all’intervento di Rosy Paparella, consulente della Rete dei CAV Sud Est Donne e già garante dei diritti dei minori per la Regione Puglia).

La stessa mostra/installazione “Com’e­ri vestita?”, ospitata all’interno del Teatro Alcanices dal 4 all’11 maggio 2019, è stata meta di visite di diverse classi delle scuole superiori. All’interno della mostra è stata organizzata anche la presentazione del li­bro “Il dolore sospeso” di Maria Antonietta D’Onofrio. Tre tavoli istituzionali e la sotto­scrizione del protocollo operativo della Rete Istituzionale Antiviolenza dell’Ambito Ter­ritoriale N. 1 hanno permesso di costruire con i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Ginosa, con gli stessi delle al­tre amministrazioni comunali dell’Ambito, i servizi sociali e le forze dell’ordine delle procedure condivise per poter agire a so­stegno delle donne vittime di violenza, dal momento della segnalazione sino alla presa in carico. Su questo solco si inserisce la for­mazione, svoltasi tra febbraio e marzo 2019, rivolta esclusivamente alle assistenti sociali. Le operatrici del Centro Antiviolenza han­no partecipato ad eventi quali la Celebra­zione della giornata internazionale della Donna presso il plesso Lombardo Radice, il Children’s Day o lo streaming in occasio­ne della Giornata Mondiale per l’elimina­zione della violenza sulle donne. “Il nostro impegno come rappresentanti istituzionali di questo Comune non può fermarsi alla commemorazione di una giornata mondiale – ha detto l’assessore alle Politiche Sociali Romana Lippolis – il rispetto della donna deriva dalle pari opportunità: senza, non potrà esserci alcuna uguaglianza nella vita politica, sociale ed economica delle donne nel nostro paese. Ecco perché lavoriamo costantemente per lo sradicamento di ogni forma di discriminazione e contro ogni tipo di violenza”.

Il Centro antiviolenza a Ginosa venerdì 9-13 (ex Pretura). Sportello Marina di Ginosa martedì 16-18 (Palazzo della Delegazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche