Conservazione dei prodotti surgelati
Conservazione dei prodotti surgelati

La conservazione degli ali­menti a basse temperature è un passaggio importante per garantire la qualità degli stessi, al fine di evitare che possano rivelarsi dannosi per la nostra salute.

La surgelazione è un fenomeno fisico che interviene sul pro­dotto alimentare bloccando la proliferazione batterica e il naturale deperimento dell’ali­mento stesso. La surgelazione industriale è un processo molto più veloce rispetto al congela­mento degli alimenti che noi ri­poniamo nel freezer del nostro frigorifero. Nel primo caso, la surgelazione garantisce in po­chissimi istanti l’abbassamento della temperatura del prodotto sotto zero gradi °C, favoren­do la conservazione dei valori nutritivi in maniera efficace, paragonabile quasi quanto agli stessi prodotti venduti freschi. Nel secondo caso, la congela­zione è un procedimento molto lento, che dipende dalla quanti­tà del cibo da congelare e dalla potenza del nostro frigorifero. Dipende anche dagli anni di età del frigorifero e da quan­te volte viene aperto e chiuso, causando la dispersione del freddo interno.

Esistono alcuni aspetti importanti della surge­lazione che vanno rispettati, senza i quali non è possibile dire che questi alimenti ab­biano conservato inalterati nel tempo le loro qualità organo­lettiche originali. Uno fra tutti è la conservazione della “cate­na del freddo”, ossia la necessi­tà di mantenere a temperatura costante il prodotto surgelato dall’azienda fino a casa, pas­sando dal supermarket. Quan­do eseguiamo un acquisto è bene portare con noi una borsa adatta alla conservazione dei prodotti surgelati, magari con all’interno un elemento ghiac­ciato, che tutti teniamo in frigo e che usiamo in estate al mare. Una volta terminata la spesa dobbiamo immediatamente di­rigerci a casa e riporre quanto prima nel freezer gli alimenti surgelati, facendo in modo che non trascorra troppo tempo dal banco frigo del supermercato al frigo di casa. È possibile no­tare come i reparti frigo siano disposti sempre verso la fine del percorso, che ci obbligano a fare tra i reparti del mar­ket, appunto per evitare che si scongelino durante l’attesa alle casse. Per capire se gli alimen­ti surgelati sono stati conser­vati in modo corretto, si può controllare se questi, come ad esempio i piselli, il minestrone o i gamberetti, sono l’uno se­parati dall’altro oppure appa­iono uniti in blocco. Un altro controllo è quello di verificare se si è creata la brina sull’ali­mento oppure se ha cambiato forma, come accade a volte per i gelati. In tutti questi casi, vor­rà dire che la catena del fred­do è stata interrotta in un mo­mento qualsiasi precedente al nostro acquisto, determinando lo scongelamento parziale del prodotto che è poi stato rimes­so in congelatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche