Basket News Sport

Cus Jonico firma l’impresa in casa della capolista

Clamoroso successo dei tarantini sul parquet di Monopoli

Cus Jonico Taranto - Foto Aurelio Castellaneta
Cus Jonico Taranto - Foto Aurelio Castellaneta

Clamoroso a Mo­nopoli! Il Cus Jonico Basket Taranto sbanca il parquet della capolista EPC Action Now nella 15esima giornata del campiona­to di serie C Gold.

Monumentale partita dei rosso­blu che, senza capitan Grosso, hanno trovato quelle risorse, cuo­re e non solo, che in parte erano mancate la settimana prima per battere Molfetta al Palafiom. Un altro segno importante nella ma­turazione di questo gruppo, gio­vane ma di grandi potenzialità. Una vittoria, in casa della prima della classe, che porta la firma inequivocabile di Bricis autore di 36 punti, 57% al tiro con 6/12 da tre punti, autentico mattatore. Ma tutti hanno dato il loro con­tributo, anche e soprattutto dalla panchina in una gara piena di falli che ha visto i vari Pannel­la, Bitetti e Mattei apportare il loro mattone. Coach Olive senza Grosso lancia Salerno in quin­tetto con Di Diomede, Dusels, Longobardi e Bricis. Coach Mil­lina recupera Annese e lo porta in panchina; nello starting five invece schiera Torresi, Bosnjak, Manchisi, Markovic e Calisi.

Partenza tutta lettone per Taran­to con Dusels-Bricis per il 4-0. Poi arrivano le triple consecuti­ve di Bosnjak, Bricis due volte e Calisi: 8-10. Di Bosnjak il cane­stro del pareggio a dieci.

C’è Pannella per Di Diomede, del tarantino il tiro del nuovo vantaggio ospite a +5 con la ter­za tripla in avvio di Bricis.

Poi si scatenano Markovic e Torresi le cui triple valgono il sorpasso sul 21-19 che Monopo­li tiene dalla lunetta (Orsini ri­sponde a Bricis) fino alla fine del primo quarto, 24-21.

Sull’inerzia Markovic realizza ancora un canestro più libero aggiuntivo in avvio di secondo quarto, Longobardi risponde con una tripla.

Con i lunghi Di Diomede e Pan­nella, Taranto ritrova il pari a 28 ma Annese e Bosnjak riportano avanti Monopoli. Sale in catte­dra Dusels che attacca il cane­stro, segna e porta liberi a casa, per lui 5 punti che significano altro sorpasso.

Buon momento per Taranto che allunga con Longobardi e il so­lito Dusels a concludere un bre­ak di 12-0 che porta i rossoblu sul 32-40. Ci vuole Torresi per fermare il black out di Monopoli ma la tripla di Bricis vale il +9 ospite. L

’ex Martina prova a trascinare l’Action Now e dimezza il gap. Coach Olive intanto dà un po’ di riposo a Salerno lanciando in campo il giovanissimo scuola Virtus, Mattei che lo ripaga con un importante 3/4 ai liberi fon­damentale per Taranto per resta­re avanti all’intervallo 41-47.

Al rientro dagli spogliatoi i due stranieri di casa, Markovic e Bo­snjak aprono le danze per il -2 Monopoli.

C’è Bitetti in quintetto per Ta­ranto: il lungo tarantino segna subito per poi concedere il bis e far volare il Cus a +8.

Anche coach Millina si affida alla panchina: Orsini e Rollo di­mezzano ancora il gap dalla lu­netta, -4. Si segna poco, la tripla di Rollo vale il -1, sempre loro, ancora Orsini firma prima il pari a 59 poi il sorpasso 61-59.

Momento difficile per Taran­to che va sotto di 4 con i liberi di Markovic. Dalla lunetta con Longobardi arriva un po’ di os­sigeno per i rossoblu che però chiudono sotto il terzo quar­to 67-62. Dusels tirato a luci­do riprende a segnare all’inizio dell’ultimo quarto e con due ca­nestri riporta a -1 i suoi.

La tripla di Calisi spezza un po’ i sogni di sorpasso cussini e ri­porta Monopoli a +6 a 7’ dalla fine. Bricis è bravissimo a trova­re fallo su tiro da tre, il suo 3/3 dalla linea della carità fa 74-70. L’ala lettone ha solo scaldato la mano perché infila due triple vi­tali che valgono la parità, 76-76 a 4’ dalla fine. Pannella piazza anche la stoppata su Annese, dall’altra parte l’1/2 di Bricis riporta avanti il Cus. Limitato dai falli Salerno non si tira in­dietro dall’infilare la tripla del +4 rossoblu ma è un vantaggio effimero perché Torresi e Bo­snjak tengono a -1 i padroni di casa. Il finale è per cuori forti, quasi ad eliminazione con i vari Markovic, Manchisi e Rollo per Monopoli; Di Diomede, Salerno, Bitetti e Pannella per Taranto che lasciano il campo per falli.

La mano di Longobardi non trema dalla lunetta, nemmeno quella di Orsini. Sull’81-82 il fallo sistematico colpisce Bricis che non tradisce, il suo 2/2 gli vale quota 36 punti e il +3 Cus. Dall’altra parte Orsini stavolta non è preciso allo stesso modo. Longobardi prende il rimbalzo e subisce il fallo che lo manda di nuovo ai liberi. Infallibile, il suo 2/2 scrive l’86-82 che ammutoli­sce il PalaMelvin Jones. La gioia è tutta di Taranto. Una vittoria importante per la classifica, per il morale e per la consapevolezza del gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche