News Spettacolo

Crispiano cabaret, arriva Antonello Vannucci

Parte la rassegna al Teatro comunale

Antonello Vannucci
Antonello Vannucci

CRISPIANO – Sarà la comicità tutta barese di Antonello Van­nucci ad aprire il cartellone della rassegna “Crispiano ca­baret”. Domani, mercoledì 29 gennaio, la serata inaugurale al teatro Comunale in piazzetta Casavola.

“Past the Saint past the party” è il titolo dello spettacolo che il musicomico porterà a Crispia­no.

«È uno spettacolo nuovo che ha al centro Bari – ha spiegato Vannucci – vista e “tritata”dal mio punto di vista. Sul palco descriverò in modo ironico quello che accade nella mia città, attraverso aneddoti che in generale rispecchiano le abi­tudini del Sud».

Nato e residente nel capoluogo pugliese, bancario nella quoti­dianità, Antonello Vannucci ac­compagnato dalla sua chitarra, rivisita in barese le hit musica­li, in particolare le più famose canzoni straniere, riducendole a vere e proprie bombe comi­che fino a ottenere un risultato totalmente inatteso.

Sul finire degli anni ’70, insieme a Ottavio Fabris e Ugo Libera­tore, fonda il gruppo OttAn­tUgo, formazione che ancora oggi è in attività. Con questo progetto avvia l’esperienza di comicità musicale, esibendo­si nella chiesa Redentore di Bari. Nel suo percorso artistico vanta la collaborazione con il celebre duo Toti e Tata e con il loro autore, Gennaro Nunzian­te. Con quest’ultimo ha scritto il brano “Sambaulo – la samba del Cep”. Ma la sua afferma­zione nell’ambito della canzo­ne comica arriva grazie a due personaggi di origine tarantina: il presentatore Mauro Pulpito e l’autore, regista e assesso­re alla cultura del capoluogo jonico, Fabiano Marti. In poco tempo riesce a solcare palco­scenici importanti, tra i quali il “Festival del cabaret” di Marti­na Franca. Come sempre accade negli show di Vannucci in cui non mancano mai alcune canzoni che rappresentano i cavalli di battaglia del suo repertorio, saranno presenti rocambole­schi personaggi e la vita vis­suta, quella di ogni giorno, di una città che ama trasforma­re qualunque termine a modo proprio, anche quelli del lin­guaggio bancario.

«Durante questo spettacolo parlerò anche del mio lavoro in banca», ha detto.

Sipario ore 21. Info al numero telefonico 380:3413953.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche