23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

Cronaca News

Osservatorio Galene, l’ok del Comune

L’apprezzamento per l’istituzione dell’organismo che si occuperà del sistema Mar Piccolo

Mar Piccolo
Mar Piccolo

L’amministrazione Melucci esprime apprezzamento per l’istituzione ufficiale dell’Os­servatorio Galene, organismo che si occuperà della valorizzazione e sostenibilità del sistema Mar Piccolo, fortemente voluto dal Commissario Straordinario alle bonifiche Vera Corbelli.

«Abbiamo condiviso con convin­zione, con i 31 soggetti sottoscrit­tori – fa sapere l’assessore allo sviluppo economico Gianni Ca­taldino – la nomina a presidente dell’Osservatorio del presidente di Confcommercio Taranto Leo­nardo Giangrande e dei vicepre­sidenti Fabio Millarte e Cosimo Bisignano. A loro i nostri auguri di buon lavoro. L’Osservatorio Galene potrà ora iniziare questo percorso di valorizzazione e ri­qualificazione del Mar Piccolo di Taranto, avviato dal Commissa­rio Straordinario, con la parteci­pazione di istituzioni locali, forze dell’ordine e militari, enti pubbli­ci, mondo produttivo e scientifico ed esponenti della società civile. All’attenzione dell’assemblea, come primo tema, la proposta di istituzione di un Parco del Mar Piccolo da parte della Regione Puglia. Come è noto, il Comune di Taranto ha chiesto all’asses­sore regionale Alfonso Pisicchio di approfondire l’argomento, esistendo forti perplessità sulla questione da parte di più porta­tori di interessi, corpi largamente rappresentativi e finanche istitu­zioni. Il Comune di Taranto non ha preconcetti rispetto al Parco e desidera studiare e soprattutto far sì che sia ormai Taranto a de­cidere di Taranto perché da certi provvedimenti non si può poi re­trocedere e le implicazioni per lo sviluppo della città sono rilevan­tissime.

Memori di quanto questa città abbia subito le scelte negli anni passati, l’amministrazione Melucci, attraverso Ecosistema Taranto si è dotata di un nuovo modello di governance partecipa­ta, che mette al centro una visione chiara e condivisa con parametri di valutazione, per ogni azione decisoria, definiti e mirati. Già al tavolo del Cis e ancora nel 2018 in un’audizione parlamentare, il sindaco Melucci e il commissario straordinario Corbelli sostennero che Taranto possiede tutte le ca­ratteristiche fisico ambientali per realizzare una area marina pro­tetta di valenza internazionale, in linea con le misure poste in essere a livello di distretto per la tutela e sostenibilità delle risorse idriche e del patrimonio connesso, ed in grado di contribuire allo sviluppo socio-economico dell’intera area. All’Osservatorio Galene veniva demandato proprio il compito di strumento di condivisione e monitoraggio delle azioni relati­ve al sistema Mar Piccolo. Dopo tutto, lo stesso strumento dell’E­comuseo, già attivo, si potrebbe implementare e si presterebbe con maggiore flessibilità a questo orizzonte, senza l’appesantimen­to di ulteriori vincoli e iniziative poco accorte. Abbiamo apprezza­to quanto esposto dai partecipan­ti all’Assemblea sull’argomento e della volontà di farne tema della prossima riunione. Conosciamo la capacità di ascolto dell’asses­sore Pisicchio e sappiamo che vorrà tenere conto di quanto si è detto nel tavolo in prefettura del­lo scorso 23 gennaio allo scopo di rilanciare la riconversione eco­nomica di Taranto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche