21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

News Provincia

Centri comunali di raccolta di Statte, verso l’ampliamento

Saranno richiesti alla Regione finanziamenti da destinare ai Laboratori del riuso

Centri comunali di raccolta di Statte, verso l’ampliamento
Centri comunali di raccolta di Statte, verso l’ampliamento

STATTE – Con i fondi FESR 2014/2020 il Comune di Statte punta all’adegua­mento del Centro di Raccolta Comuna­le, che punti su maggiore efficienza e ad una filiera del riuso capace di abbassare i costi di smaltimento e avviare processi virtuosi di economia circolare.

E’ sotto questi auspici che si è svolta nella sede del Comune, alla presenza del sindaco Andrioli, del funzionario Ecolo­gia e Ambiente, Mauro De Molfetta, una riunione con il partenariato economico e sociale del territorio.

Alla riunione erano presenti per la se­greteria generale territoriale della Cisl, Mariangela Frulli, per la Cgil, il segre­tario generale di Taranto, Paolo Peluso, e il responsabile del Dipartimento svi­luppo della Cgil Puglia, Mario Barberio, per la Uil, il segretario generale Taranto, Giancarlo Turi, e il segretario generale dell’Ugl Taranto, Alessandro Calabrese.

Il progetto è stato presentato dall’ing. Augusto Merico che nell’ambito dell’il­lustrazione delle tavole tecniche ha mes­so in evidenza anche la realizzazione di una cisterna per il riutilizzo delle acque da destinare all’irrigazione del verde ur­bano, l’installazione di una pesa ponte per l’individuazione precisa della mole di differenziata raccolta da ogni singolo cittadino-utente e un adeguamento degli spazi anche per il conferimento da parte delle persone con disabilità.

Dopo la presentazione del progetto che vedrà l’ampliamento del CCR e del Cen­tro di riuso è stato offerto al partenariato presente l’occasione per presentare al­cune istanze migliorative allo sviluppo del progetto.

Posta in evidenza da parte dei sindaca­ti la necessità di individuare uno step successivo rispetto alla realizzazione che dovrà riguardare necessariamente la gestione del centro.

Evidenziate da Peluso e Barberio del­la Cgil la possibilità di intervenire sul fronte dell’implementazione della co­pertura economica per ulteriori bandi regionali che prevedano anche la fase della gestione e la realizzazione di La­boratori del riuso che siano in grado di creare anche start-up o piccole imprese a conduzione giovanile. Per Frulli della Cisl sarà importante porre mano ad un coordinamento di politiche sociali che avvicini il terzo settore a questa oppor­tunità.Per tale ragione tutti i rappresen­tanti sindacali hanno espresso parere favorevole rispetto all’investimento previsto nel Comune di Statte, auspi­cando però ulteriori misure a sostegno dei laboratori del riuso attualmente non inseriti nelle spese dell’attuale bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche