14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Aprile 2021 alle 15:33:27

Calcio News Sport

Il Taranto adesso mette il Foggia nel mirino

Dopo la vittoria di Sorrento i rossoblù puntano al derby per riscattare la stagione

Il Taranto
Il Taranto

Seconda vittoria conse­cutiva: il Taranto batte in trasferta il Sorrento che veniva da 18 risultati utili consecutivi e che nel proprio stadio non perdeva da aprile 2019.

A decidere la contesa un gran secondo tempo da parte degli ionici con gol del vantaggio a firma dell’under Antonio Marino e raddoppio dalla distanza di Kelvin Matute.

I rossoblù provano a dare un senso al prosieguo del loro campionato, anche se la vetta rimane lontanissima – anche in ragione del percorso che sta compiendo il Bitonto. Sposito; Allegrini, Manzo L., Ferrara; Guaita, Manzo S., Cuccurullo (63’ Pelliccia), Marino; (67’ Avantaggia­to) Van Ransbeeck (46’ Olcese); Genchi (86’ Masi), Actis Goretta (72’ Matute) la formazione messa in campo da Panarelli.

«Sapevamo di affrontare una squadra in forma che merita la posizione che ha. Siamo partiti bene, poi abbiamo subito un po’. Abbiamo fatto un gran secondo tempo, il migliore della stagione, e sono contento che abbia segnato Marino, un under» il commento nel postgara dell’al­lenatore tarantino. Importanti sono sta­ti i cambi: «Questi calciatori sono tutti potenziali titolari, e si sono fatti trovare pronti. Chi è entrato è giusto che abbia merito: possiamo definirla una vittoria di squadra, che ci permette di lavorare con serenità. L’ingresso di Avantaggiato ha dato quella superiorità numerica sulla corsia esterna. Poi è arrivato il secondo gol». Proprio Marino ha voluto dedicare il suo gol «ai tifosi. È stata una partita difficilissima, nel secondo tempo siamo entrati con un piglio diverso. L’azione del goal è una situazione provata più volte durante la settimana, sapevo che sareb­be arrivata quella palla da Guaita, mi è arrivata e l’ho messa dentro. Io ringrazio il mister che mi sta dando fiducia in que­sto ruolo, mi trovo molto bene e cerco di dare il massimo in qualsiasi posizione”. Domenica il Taranto è atteso da un’altra prova importante, quella con il Foggia. Al di là delle diverse condizioni di clas­sifica, quello con i rossoneri è un derby vero; e quanto accaduto all’andata, con le tante polemiche che hanno accompagna­to la partita, dovrà essere uno sprone in più per la compagine ionica.

Un match che bisognerà vincere, anche per provare a riconciliarsi con un am­biente ferito da una stagione che resta poco felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche