19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

News Spettacolo

A Diodato il “Premio Lunezia” per Sanremo

Antonio Diodato
Antonio Diodato

Lo danno tutti per favorito e Diodato, in gara nel­la categoria big al 70° Festi­val di Sanremo”, non delude le aspettative e ancor prima dell’inizio della kermesse ca­nora (questa sera, su Ra1 1, la prima delle cinque serate pre­viste) si aggiudica il “Premio Lunezia” per il testo del brano che porta in gara, “Fai rumore”.

Stefano De Martino, Dario Sal­vatori, Loredana D’Anghera e Beppe Stanco rendono note le scelte. «La struttura e l’inten­sità del testo annunciano un emozionante appuntamento con la musica», afferma il Pa­tron De Martino a cui fa seguito la motivazione del critico musi­cale Dario Salvatori (membro Commissione Premio Lunezia): “Incontri ravvicinati, forme di adulazione, interrompere, l’im­portanza del ritmo, posso fare una domanda? Diodato sem­bra suggerire l’arte del conver­sare “smooth”. Riproporsi in amore è quasi un gesto dovuto.

Ma non avvicinatevi troppo e cercate il contatto visivo senza esagerare. Nessun imbarazzo. Un intonarumori sussurrato”.

Ecco il testo della canzone:

Sai che cosa penso,

Che non dovrei pensare,

Che se poi penso sono un ani­male

E se ti penso tu sei un’anima,

Ma forse è questo temporale

Che mi porta da te,

E lo so non dovrei farmi trovare

Senza un ombrello anche se

Ho capito che

Per quanto io fugga

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale

Tra me e te. E me ne vado in giro senza parlare, senza un posto a cui arrivare,

Consumo le mie scarpe

E forse le mie scarpe

Sanno bene dove andare,

Che mi ritrovo negli stessi po­sti, proprio quei posti che do­vevo evitare, e faccio finta di non ricordare, e faccio finta di dimenticare, ma capisco che,

Per quanto io fugga,

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì, che non lo posso sopportare questo silen­zio innaturale tra me e te.

Ma fai rumore sì, che non lo posso sopportare questo silenzio in­naturale e non ne voglio fare a meno oramai di quel bellissimo rumore che fai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche