20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 09:30:53

Cronaca News

Il Matching Day di Confindustria a Taranto

Il modello del “business speed date” per una rete di conoscenza e scambio

Matching Day organizzato da Confindustria Taranto
Matching Day organizzato da Confindustria Taranto

Creare una rete di conoscenza e scambio, che possa favorire opportunità e business.

Da questa esigenza nasce “Matching day: incontra il tuo futuro!”, iniziativa voluta e por­tata avanti da Antonella Alfonso, presidente della Piccola Indu­stria, la quale – nel corso dei suoi primi due anni di presidenza – ha raccolto le istanze degli impren­ditori associati sulla necessità di maggior “connessione” fra le imprese, al fine di incentivare possibili interazioni progettuali e di investimento.

Organizzato sul modello del business speed date, ossia degli incontri fra due imprenditori (anche di settori diversi) della durata di 5 minuti, il matching si è svolto nei giorni scorsi nella sala conferenze di Confindustria Taranto ed ha registrato grande apprezzamento da parte dei par­tecipanti.

Matching Day organizzato da Confindustria Taranto
Matching Day organizzato da Confindustria Taranto

Una cinquantina quelli che si sono avvicendati nel percorso di conoscenza reciproca, mirato anche a raccontare brevemente la propria attività, che ha con­sentito in molti casi di approfon­dire punti di contatto interessan­ti e reciprocamente vantaggiosi.

Grande entusiasmo è stato espresso dalle aziende presenti anche per la novità insita nella modalità di approccio, che rical­ca un format già sperimentato anche in altre regioni e che ha l’obiettivo, nel tempo, di guarda­re anche oltre la comune appar­tenenza territoriale per sondare nuove alleanze commerciali.

“In considerazione dell’ottimo risultato scaturito in questa pri­ma esperienza – ha dichiarato il presidente di Confindustria Taranto Antonio Marinaro – i prossimi appuntamenti potreb­bero andare nella direzione degli incontri di filiera, ritagliati su misura sulle specificità produt­tive, oppure allargati alle altre province, per agevolare una po­sitiva contaminazione e sinergia fra le molte eccellenze della no­stra regione.

Resta il fatto – ha concluso – che il progetto portato avanti dalla presidente Antonella Alfonso, che ringrazio per il grande impe­gno, ha evidenziato la volontà di molte aziende, di qualsiasi setto­re, di allargare la rete di contatti e dialogare con diversi player: di questa esigenza continueremo a tener conto replicando, nelle sue logiche, il modello sperimenta­to, fino a farne un appuntamento fisso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche