News Provincia

Palo della Cuccagna a Massafra, vince “Gesù Bambino”

Al secondo posto si è classificato il rione “SS. Medici”, al terzo il rione “Pappacoda”

Palo della Cuccagna a Massafra
Palo della Cuccagna a Massafra

MASSAFRA – La scalata al “Palo della Cuccagna”, in piazza Garibaldi, cuore del centro storico, ha acceso i riflettori sulla 67^ edizione del Carnevale di Massafra, dando il via agli appuntamenti in program­ma.

La tipica manifestazione folkloristica del periodo carnascialesco massafrese è orga­nizzata dall’Associazione Culturale Mas­safranostra.

Come ha sottolineato il sindaco Fabrizio Quarto nel corso del suo saluto iniziale, è importante mantenere vive le antiche tradi­zioni storico-culturali che ci uniscono e ci legano al nostro territorio, cosa che l’Asso­ciazione Massafranostra fa egregiamente anche in occasione del “Palio dei Rioni”.

Quarto ha ricordato brevemente anche gli appuntamenti imperdibili dell’annuale edi­zione del Carnevale di Massafra, dove tutti sono protagonisti e nessuno è spettatore.

La “cuccagna”, un gioco semplice costitu­ito da un palo di legno fisso al suolo, alto più di dieci metri, unto di grasso, con in cima una ruota, che sostiene i premi da conquistare è stata vinta dal rione “Gesù Bambino” che, con i suoi sette atleti, ha raggiunto in meno tempo degli altri la vet­ta, conquistando l’ambito premio.

Al secondo posto si è classificato il rione “SS. Medici”, mentre al terzo quello dei “Pappacoda”.

Apprezzate come sempre le entusiasmanti scalate degli illustri ospiti della serata, gli “Acrobati della cuccagna Fonti Prealpi” di Almè (Bergamo), campioni italiani dell’al­bero della cuccagna.

L’impegno dall’Associazione Culturale Massafranostra, presieduta da Giuseppe Quero, è continuata la mattina dopo la­sciando spazio ai più piccoli, quando, sem­pre in piazza Garibaldi, con gli “Acrobati della cuccagna Fonti Prealpi”, hanno parte­cipato alle lezioni di arrampicata e ad una serie di giochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche