26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 21:36:51

Calcio News Sport

La decima del Taranto: sprofondo rossoblù

Il 25 spazio ad una importante assemblea dei soci

I tifosi ha contestato la squadra
I tifosi ha contestato la squadra del Taranto

Martedì 25 febbraio. Una data che potrebbe rivelarsi molto im­portante, per il Taranto: si terrà infat­ti un’assemblea dei soci dalla quale si aspetta un quadro societario più chiaro. “L’assemblea analizzerà e voterà il bilan­cio della società al 30.6.2019” ha scritto l’aps Taras 606 a.C. “Tra i punti all’ordi­ne del giorno compaiono la ratifica delle dimissioni del Sindaco Unico Lorenzo Vicenti e la nomina del nuovo Organo di Controllo, la ratifica delle dimissioni ricevute dall’Amministratore Unico e la nomina del successore, il cambio della sede legale”.

Inizierà a delinearsi un dopo Giove? Quello che è certo è che il Taranto vive uno dei momenti più difficili della sua storia: ad Altamura, dopo una prova che con un eufemismo si può definire defici­taria, la formazione rossoblù ha incassa­to la decima sconfitta in campionato.

Un’enormità, soprattutto per chi partiva con l’ambizione di (stra)vincere il cam­pionato.

La contestazione si è fatta sentire, anche ad Altamura, da parte di quei tifosi che non hanno rinunciato a seguire la squa­dra del cuore, “solo per la maglia” come recitava lo striscione esposto nel loro set­tore.

Con loro ha parlato Panarelli; la società già prima del match aveva indetto un si­lenzio stampa preventivo. Ad ogni buon conto, il momento è davvero difficile. Ol­tre al risultato, a destare preoccupazione per le partite che mancano da qui alla fine del torneo è la prova offerta in cam­po. Forse la gara peggiore di quest’anno del Taranto; che pure di prestazioni ne­gative ne ha mostrate parecchie, in que­sta stagione che rischia di passare negli annali come quella dei record negativi. E le attenzioni ora sono più per l’assemblea dei soci che verrà che per il campo.

Certo, non è pensabile che il Taranto possa trascinarsi in questa maniera da qui alla fine della stagione, è doveroso chiudere con dignità un campionato tra i più tristi della storia del club.

Ad Altamura si sono visti errori in serie, anche da parte di giocatori esperti. Ma al di là dei nomi, davvero è come squadra – se lo è – che il Taranto ha mostrato una volta di più il peggio di sè.

Il futuro è un’incognita, e inevitabilmen­te desta più di una preoccupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche