Cultura News

Suore Paoline: dopo novant’anni il saluto alla Città di Taranto

Il 19 febbraio nella chiesa del SS. Crocifisso

La libreria delle Suore Paoline
La libreria delle Suore Paoline

Dopo quasi 90 anni di presenza a Taranto, le Suore Paoli­ne lasciano la città. Per ringraziare e salutare i cittadini che, per tutto questo tempo, le hanno sostenute e seguite, mercoledì 19 febbraio, alle 19, nella chiesa del SS. Crocifisso sarà celebrata l’Eucaristia insieme alll’Arcivescovo Sua Ecc.za Mons. Filippo Santoro.

La loro opera, lo ricordiamo, è legata alla presenza della omonima libreria in corso Umberto. Libreria che, per l’occasione, praticherà sconti spe­ciali fino al 29 febbraio.

Anche se la residenza in via Pupino 2 sarà presto smantellata, la libre­ria Paoline resterà in attività con lo stesso logo gestita, però, da un lai­co loro collaboratore da tredici anni: Donatello Rossini.

La storia delle Suore Paoline si leg­ge sulla pagine del loro sito web. A Taranto giunsero nel 1933. Il 15 feb­braio. La Città Vecchia è stata la pri­ma ad ospitare una piccola rivendita di libri e articoli religiosi, da loro ge­stita: la necessità di collocare l’atti­vità al Borgo, in piazza Massari, na­sce in seguito all’esodo dei tarantini dall’Isola verso i nuovi quartieri. Da piazza Massari le religiose partivano per visitare le famiglie e le parroc­chie portando bollettini, libri e altro materiale a carattere religioso. In seguito la libreria fu trasferita a piaz­za Maria Immacolata e, per i lavori di ristrutturazione all’edificio, s’insediò momentaneamente in via Mignogna 8, di fronte all’istituto Maria Imma­colata. Bisogna attendere la fine de­gli anni settanta per il trasferimento dell’attività in corso Umberto, lad­dove ancora si tro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche