Cronaca News

Tragedia sfiorata, in fiamme un’abitazione. Salvata una intera famiglia

La caserma dei Vigili del fuoco
La caserma dei Vigili del fuoco

SAVA – Tragedia sfiorata a Sava per un incendio divampato all’interno di un appartamento in cui abitano madre e due figli. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. È accaduto intorno alle tre della notte tra lunedì e martedì in via Fratelli Bandiera. Le fiamme partite da una delle stanze da letto hanno prodotto un denso fumo che ha svegliato gli inquilini dell’appartamento situato al primo piano. Dopo un vano tentativo di spegnere le fiamme madre e due figli hanno deciso di chiedere aiuto. Hanno telefonato alla centrale operativa dei vigili del fuoco di Taranto e sul posto sono intervenuti i pompieri del distaccamento di Manduria. Quando sono arrivati in via Fratelli Bandiera, a Sava, i vigilidel fuoco hanno visto il fumo fuoriuscire da una finestra situata al primo piano. Nell’appartamento c’erano la madre cinquantenne con due figli, un ragazzo e una ragazza di venti e ventidue anni. In poco tempo le fiamme che avevano già distrutto il letto ed altri arredi, sono state domate.

Mentre i vigili del fuoco erano intenti a mettere in sicurezza l’abitazione sono stati richiamati dal latrato disperato che proveniva dal terrazzo. Era il cane di famiglia, un pitbull, rimasto intrappolato sul pianerottolo invaso dal fumo. E’ toccato al caposquadra dei vigili del fuoco salire le scale per salvare il cane che rischiava l’asfissia. L’operazione di salvataggio non è stata semplice perché lo stato di agitazsione del cane lo rendeva particolarmente aggressivo. E’ stato comunque bravo il caposquadra a rassicurarlo e metterlo in salvo.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Sava che con i vigili del fuoco hanno indagato sull’origine del rogo. Con tutta probabilità è stata una stufetta lasciata accesa vicino al letto a provocare le fiamme che hanno provocato danni agli arredi ed alle pareti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche