08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 07 Maggio 2021 alle 18:28:42

Cronaca News

Scuola, dai valori alle competenze

L’iniziativa formativa all’istituto “Renato Moro”

Il plesso “Leonida” dell’istituto comprensivo Renato Moro
Il plesso “Leonida” dell’istituto comprensivo Renato Moro

Nuova iniziati­va formativa nei giorni scor­si presso la sala del teatro del plesso “Leonida” dell’istituto comprensivo ”Renato Moro” di Taranto. Proposta dal Uciim, in collaborazione con la rete di scopo “Persefone” per conferire la giusta rilevanza al proget­to di Ricerca – Azione ai sensi del decreto ministeriale 721/18 art. 9, l’iniziativa, autorizzata dall’Ufficio Scolastico Regio­nale – Puglia, ha evidenziato tre interventi significativi seguiti da un pubblico attento di docen­ti. “Dai valori alle competenze, la valutazione autentica come strumento privilegiato di atti­vazione delle competenze”, è il titolo dato all’incontro che ha fornito contributi di qualità sul tema “Costruzione di un curri­colo di educazione civica” nelle scuole di ogni ordine e grado in sintonia con quelle che sono le ultime disposizioni ministeriali.

La dottoressa Loredana Bucci, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Renato Moro”, ha illustrato le finalità della Ricer­ca – Azione in atto, richiamando l’importanza di un riferimento ai valori in una didattica per competenze. L’istituto Moro è capofila della Rete Persefone costituita dagli istituti scolastici di Taranto e provincia: Renato Moro, Colombo, Viola-Battisti, XXV Luglio-Bettolo, Sciascia, S. Giovanni Bosco, Don Bosco di Grottaglie, Casalini di San Marzano e Giannone di Pulsa­no.

Tra gli interventi significativi, la dottoressa Lucrezia Stellac­ci, componente del Consiglio Superiore Pubblica Istruzione e Presidente Regionale Uciim-Puglia, su “L’educazione alla cittadinanza in Italia: scenario normativo”, riconoscendo la presenza di una progettazione multiforme nell’ottica di un im­pegno di educazione civica da parte di “Aldo Moro” alla Leg­ge n.92/2019, che lo ristabilisce a partire da settembre 2020. Attualmente la dottoressa Stellacci è stata riconfermata presso l’Ufficio di Presidenza del Con­siglio Superiore della Pubblica Istruzione.

Intenso e penetrante, l’interven­to della professoressa Loredana Perla, Ordinario di “Didattica e Pedagogia Speciale” nel diparti­mento di Scienze della Forma­zione, Psicologia, Comunicazio­ne dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, su “L’inse­gnamento della educazione civi­ca: linee-guida didattiche”, che muovendo dall’urgenza di un recupero etico-morale in senso valoriale entro una progettuali­tà didattico educativa rinnovata, ha prospettato la necessità di distinguere la formazione alla cittadinanza dalla educazione civica. Il tutto superando un’am­biguità semantica ed incen­trando ipotesi progettuali sulla promozione di un “Curricolo Verticale” e di una “valutazione delle citizenship skills” nell’am­bito di un framework orientato.

Puntuale il contributo della Pro­fessoressa Viviana Vinci, Ricer­catrice in “ Didattica, Pedagogia Speciale e Ricerca Educativa”, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, su “ Valutare le competenze di educazione civica: contesti e strumenti”, che con con l’ illustrazione di un sistema di valutazione delle competenze sociali e civiche in situazione, stutturato attraverso l’individuazione e decrizione di indicatori e descrittori che gui­dino alla costruzione di rubri­che valutative.

Tanti sono stati gli stimoli for­mativi necessari per attivare si­gnificativi sviluppi di ricerca in merito al tema dell’incontro, che si inserisce nella più complessi­va Educazione alla Cittadinanza Globale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche