Cronaca News

Il corso di laurea in Medicina andrà alla Banca d’Italia

Chiusa la procedura

Il palazzo della Banca d'Italia
Il palazzo della Banca d'Italia

Via libera al corso di laurea in medicina e sarà l’edi­ficio storico della Banca d’Italia a ospitarlo. Lo ha stabilito la Con­ferenza di servizi che si è riunita il 21 febbraio in prefettura.

Le risoprse per acquisire l’edifi­cio potrebbero essere ricavate dal Contratto Istituzionale di Svilup­po; nel frattempo si proporrà alla stessa Banca d’Italia un affitto temporaneo.

«Nel corso della Conferenza di Servizi, convocata (il 21 febbraio, ndr) a Taranto presso la Prefettu­ra – si legge nella nota ufficiale del Palazzo del Governo – alla presenza del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Sen. Mario Turco, del Prefetto Deme­trio Martino, dei rappresentanti di: Comune di Taranto, Asl Taranto, Università di Bari, aven­te ad oggetto “Determinazioni in ordine al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia”, si è preso atto, acquisito il parere favore­vole del Presidente della Giun­ta Regionale della Puglia, della chiusura della procedura ammi­nistrativa di richiesta di accredi­tamento del suddetto corso». La Conferenza inoltre – prose­gue la Prefettura – ha confermato quale posisbile sede dle corso, il palazzo della Banca d’Italia che potrebbe essere acquisito tramite risorse finanziarie da stanziar­si nell’ambito del Cis Taranto, a seguito di presentazione d’idoneo progetto di fattibilità da elabo­rarsi congiuntamente tra le parti interessate. Al fine di consentire l’immediata disponibilità della prozione d’immobile necessaria per garantire l’avvio delle attivi­tà didattiche nel prossimo anno accademico 2020-2021, al stessa Conferenza ha convenuto di pro­porre alla Banca d’Italia, tramite l’Asl di Taranto, la stipula di un contratto di locazione tempora­nea, in attesa del completamento delle procedure di acquisto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche