22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 06:45:31

Calcio News Sport

Un Taranto abulico: i rossoblù non segnano

Giuseppe Genchi
Giuseppe Genchi

Il Taranto non sa più se­gnare. Con il triste 0-0 contro il Gladia­tor in trasferta la formazione allenata da Luigi Panarelli conferma di vivere un momento decisamente negativo per quanto concerne l’attacco.

Come riporta infatti il sito internet blu­note.it “i rossoblu non segnano da 384 minuti, dal gol segnato al 69’ in quel di Sorrento da Kelvin Matute. Era il 2 feb­braio e la squadra di Gigi Panarelli espu­gnava lo stadio “Italia” con il punteggio di 2-0.

Da allora, quattro gare senza reti per un totale di 384 minuti: zero reti con Fog­gia, Team Altamura, Bitonto e Gladiator. Del resto, questi sono i risultati quando si decide di rinunciare a calciatori come D’Agostino, Favetta e Croce non rim­piazzandoli a dovere: Olcese (mai a se­gno) e Goretta (solo una rete). Senza di­menticare che Peppe Genchi non timbra il tabellino dei marcatori dal 26 gennaio scorso, quando infilò il Grumentum al 46’”.

Insomma, i tifosi tarantini da tempo non possono esultare per un gol della loro squadra del cuore. Uno dei problemi che vive la compagine ionica, in una stagione più che tribolata di cui, ormai, si attende soltanto la conclusione. Sperando che si riesca a trovare un modo per far tornare l’entusiasmo in una città storicamente in­namorata del pallone, ma che ora assiste stanca ad una annata che pare destinata ad avere un posto tra quelle peggiori nel­la storia calcistica locale. Chi invece sta gongolando sono i tifosi del Foggia che vedono la loro squadra in piena lotta per la promozione, complice il freno a mano che pare aver tirato il Bitonto. Purtroppo però le dinamiche che ruotano attorno alla vittoria del campionato non interes­sano il Taranto, da tempo fuori dalla lot­ta per la vetta. Davvero uno smacco per la piazza ionica, che pure sperava questa sarebbe stata la stagione del riscatto. Ma così non è, e ora ci sono soltanto da rac­cogliere i cocci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche