14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 08:15:36

Calcio News Sport

«Stop al calcio? Serve buon senso»

Parla il presidente della Lnd, Cosimo Sibilia. Tutto regolare nel girone del Taranto

Cosimo Sibilia
Cosimo Sibilia

“Non serve corag­gio ma buon senso”. Questo il messaggio del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosi­mo Sibilia, intervi­stato dal quotidiano Il Mattino, riguardo il modus operandi del­la Lega Nazionale Dilettanti nel gestire l’emergenza dell’attività agonistica della componente più numerosa del calcio italia­no. “Bisogna ascoltare tutti, prendere atto e poi decidere da soli – prosegue Sibilia – Come ho fatto io nella Lega Naziona­le Dilettanti perché non è facile rinviare le giornate di campio­nato dei quattro gironi setten­trionali della Serie D come ab­biamo fatto noi. Ma era il male minore, anche per garantire la regolarità dei tornei”.

Sibilia ha ribadito la linea della Lnd nella gestione dell’emer­genza:” E’ una situazione che non ha precedenti, eccezionale: qualunque cosa si fa, si rischia di sbagliare. Ma non prendere decisioni è l’errore più grave da fare per chi ha delle responsabi­lità. E io in Lega Dilettanti mi sono preso questa responsabili­tà”. Il numero uno della Lnd ha anche sottolineato l’importanza di svolgere un ruolo di garanzia negli interessi delle società e dei tesserati.

Riguardo i professionisti, a precisa domanda, Cosimo Si­bilia ha espresso il suo pensie­ro. “Non vorrei vedere mai una partita a porte chiuse. A nessun livello. Meglio spostarla che ne­gare agli spettatori la gioia di andare sugli spalti”.

In merito alle nuove misure adottate dal Decreto del Presi­dente del Consiglio dei Mini­stri dell’1 marzo per contenere l’emergenza epidemiologica da Covid-19, la Lega Nazionale Dilettanti ha disposto uno stop a parte dell’attività sportiva in programma nel fine settimana del 7 e 8 marzo. Stop che però non riguarda il girone H, ed il Taranto.

Fermi tutti i campionati in Lombardia come annunciato dal presidente del Comitato Re­gionale Giuseppe Baretti: «Ab­biamo optato per la sospensione considerando il prorogarsi delle misure contenitive per il no­stro territorio, che comprende le cosiddette zona rossa e zona gialla, e soprattutto nel rispetto della tutela della salute e delle problematiche che la popolazio­ne lombarda, al di là del calcio, sta affrontando in questa situa­zione di emergenza. Quanto ai campionati, abbiamo comunque preferito evitare soluzioni di­verse che avrebbero comportato disparità di trattamento e irre­golarità nella disputa di ciascun girone. Ricordiamo, inoltre, che ancora non è dato sapere quan­do l’emergenza rientrerà, con particolare riguardo ai Comu­ni del Lodigiano inseriti nello specifico elenco». Il CR Emilia Romagna ha pubblicato la nota relativa alle gare consentite con le dovute restrizioni e alle par­tite sospese. In Veneto ripren­de l’attività agonistica a porte chiuse. Sospesa l’attività di base fino agli Esordienti compresi, le attività delle Rappresentative, i corsi allenatori e tutte le attivi­tà delle squadre appartenenti al Comune di Vo’.

In Serie D la 27esima giornata si giocherà regolarmente ad ecce­zione dei gironi B, C e D e delle gare Vado-Seravezza (girone A) e San Marino-Vastogirardi (gi­rone F). Il Dipartimento Inter­regionale ha inoltre stabilito il calendario dei recuperi.

Business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche