30 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 30 Ottobre 2020 alle 13:28:51

Cronaca News

«Non ci pieghiamo ai criminali»

Presa di posizione di Confartigianato dopo l’attentato incendiario ad una officina

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco

“Le imprese arti­giane non si piegano alla crimi­nalità”. Confartigianato esprime solidarietà dà supporto ai titolari dell’officina di Castellaneta di­strutta da un attentato incendia­rio.

“La recrudescenza delle intimi­dazioni ai danni delle aziende del territorio impone di tenere alta la guardia contro i fenomeni criminosi- scrive Confartigiana­to Taranto- questo è un impegno civico a cui sono chiamati a ri­spondere le istituzioni, gli stessi operatori economici insieme alle associazioni di categoria e tutta la società civile.

Confartigianato Imprese Taran­to esprime piena solidarietà, col­laborazione e sostegno ai titolari della propria impresa associata, l’autofficina Pinto di Castella­neta, presa di mira nei giorni scorsi da un pesante attentato incendiario. L’Associazione è certa che le forze dell’ordine sapranno dare la giusta risposta a questi vili at­tentatori, così come è altrettanto certo che gli imprenditori e gli artigiani del territorio provincia­le non si piegheranno a queste intimidazioni.

Tutti devono svolgere il proprio impegno sul territorio, sia per prevenire che per aiutare, ed in questo caso Confartigianato esprime vivo apprezzamento per l’immediata azione dell’Am­ministrazione comunale di Ca­stellaneta che, senza indugi, si è schierata al fianco dei fratelli Pinto con un palese aperto so­stegno morale ed economico. Un meraviglioso gesto di unità e collaborazione che da il senso di comunità del territorio e dei valori di chi è chiamato ad am­ministrarlo, un esempio ed una sollecitazione per tutti.

Le imprese artigiane non muo­iono, le imprese artigiane devo­no restare vive con il sostegno e l’affetto della comunità in cui operano”. Dopo l’attentato in­cendiario il Comune di Castella­neta ha stanziato un contributo straordinario e il sindaco Gio­vanni Gugliotti ha portato il caso all’attenzione del Prefetto.

La Giunta comunale ha delibe­rato un contributo straordinario di 2.500 euro ai titolari dell’Of­ficina Pinto, colpita di un atten­tato incendiario nella notte tra il 25 e 26 febbraio scorsi.

“L’ordigno incendiario ha man­dato letteralmente in fumo l’in­tera officina, assieme ai sogni di due operosi artigiani del posto, che hanno investito tutto il loro futuro nel proprio lavoro- ha scritto il Comune- insieme al contributo, l’Amministrazione comunale ha messo a disposi­zione uomini e mezzi dell’a­zienda di igiene urbana per affrontare le incombenze delle prime ore.

Gara di solidarietà anche da parte dei consiglieri comuna­li di maggioranza, che hanno deciso di devolvere i gettoni di presenza dei prossimi consigli comunali alla causa dei fratelli Pinto, un’iniziativa sposata an­che da sindaco e assessori, che contribuiranno con parte del loro prossimo stipendio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche