Cronaca News

Percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza

Il primo era ai domiciliari e l’altro era stato arrestato a dicembre

Il Comando provinciale dei carabinieri
Il Comando provinciale dei carabinieri

Hanno percepito indebitamente il reddito di cittadinanza. I carabinieri della Stazione Taranto Principale, al termine di indagini volte a smascherare chi indebitamente percepisce il reddito di cittadinanza, hanno denunciato un 44enne e un 48enne, Il primo, che ha precedenti penali, all’atto della compilazione della domanda per l’ottenimento del reddito di cittadinanza, ha omesso di dichiarare di essere sottoposto dall’aprile del 2019 alla misura cautelare degli arresti domiciliari (situazione ostativa all’accoglimento della domanda), percependo indebitamente 6300 euro. Il 48enne, invece, ha omesso di comunicare di essere stato arrestato lo scorso dicembre percependo indebitamente, da quel momento, la somma di 1.600 euro euro.

Oltre alla denuncia per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche i due saranno anche segnalati all’Inps per sospendere l’erogazione del reddito nei loro confronti. I carabinieri della Stazione di Talsano hanno invece arrestato, per evasione, un 43enne tarantino che era sottoposto agli arresti domiciliari per stalking. Un militare libero dal servizio ha riconosciuto tra i passantil’uomo che ricordava essere sottoposto agli arresti domiciliari quando invece, passeggiava indisturbato. Il carabiniere ha quindi proceduto ad accertare per telefono lo stato di detenzione del 43enne, continuando a pedinarlo a distanza, e ha chiesto al proprio comandante di Stazione, i necessari rinforzi. L’evaso, che aveva preso un autobus, è stato successivamente bloccato in via Minniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche