08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 08:30:10

Cronaca News

Rischiava il carcere per un citofono rotto

Il tribunale di Taranto
Il tribunale di Taranto

Per un citofono rotto ha rischiato di tornare in carcere e di perdere il beneficio dell’affidamento ai servizi sociali. È accaduto ad un cinquantunenne di San Giorgio Jonico, il quale dopo la denuncia ha dovuto affrontare un processo per provare che non si era mai spostato dal suo appartamento. Difeso dall’avvocato Daniele Capogrosso, l’uomo ha riconquistato così la libertà condizionata che rischiava di perdere per colpa del citofono. Il sorvegliato era risultato assente dalla sua abitazione in almeno due occasioni, sempre in tarda serata. In uno di questi controlli i carabinieri avevano citofonato in piena notte senza ricevere risposta. Motivo per cui lo avevano dichiarato assente segnalandolo all’autorità giudiziaria. La difesa è riuscita però a dimostrare che il citofono era rotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche