08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 08:30:10

Basket News Sport

Il basket e la voglia di ripartire

Il team manager del Cus Jonico, Salvatore Massari, traccia il bilancio del campionato

Salvatore Massari
Salvatore Massari

In attesa di capi­re cosa ne sarà di questo cam­pionato e soprattutto quando e come si tornerà a giocare dopo il blocco imposto dalla fede­razione, il momento di pausa forzata in casa Cus Jonico Ba­sket Taranto dà lo spunto per un breve bilancio quando mancano due giornate alla fine delle re­gular season, con vista sui pla­yoff, a cui Taranto spera di ar­rivare col terzo posto in griglia.

A parlarne è stato il team ma­nager Salvatore Massari ospite della trasmissione “Invito a Ca­nestro” in onda su Telesveva: “Arrivati a questo punto possia­mo dire la nostra. Siamo stati bravi a costruire una squadra che è fatta di persone prima che di atleti come è di tradizione in casa Cus Jonico, e sempre nel rispetto dei valori della so­cietà, cercando il giusto mix di esperienza, vedi Grosso e i due stranieri Dusels e Bricis che stanno facendo un’ottima palla­canestro, ma anche gioventù, da Longobardi a Di Diomede pas­sando per il ritorno di De Paoli, dando spazio a qualche buona eccellenza tarantina da Salerno a Pannella passando per Bitetti oltre il giovanissimo prospetto Cito”. Massari, risponde al gior­nalista Vito Troilo sul suo ritor­no in rossoblu ma in un’altra veste, uscendo in parte dal par­quet: “È un modo per rimanere nell’ambiente. Ho risposto alla chiamata di Roberto Conversa­no visto che nel Cus Jonico ci ho anche giocato in passato. Ci tenevo a rientrare, come ruolo, chi ha masticato pallacanestro e spogliatoi vede sempre come divertente il rapporto con lo staff e i ragazzi”.

E sulla socie­tà aggiunge: “Poi da quest’anno abbiamo cercato di dare mag­giore operatività all’organizza­zione societaria anche a livello marketing, che già in C Gold è molto importante. E questo ci ha premiato in questa prima parte di stagione, siamo apprezzati e attrattivo per il territorio taran­tino. Abbiamo messo le radici per il presente e un futuro spe­riamo ancora migliore”. Chiu­sura dedicata al pubblico che è tornato ad affollare gli spalti. Salva dice la sua con orgoglio: “Tante presenze al palazzetto non si vedevano da tempo. Uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati all’inizio della stagio­ne era proprio quello di riporta­re la gente a vedere il basket, in particolare quello maschile. Ci stiamo riuscendo con medie che sfiorano le mille presenze, nu­meri importanti. E non mi può che far assolutamente piacere che anche le ragazze dell’Ad Maiora nella B femminile stia­no riuscendo nello stesso inten­to”. Con la speranza di tornare presto in campo, magari a porte aperte. Significherebbe che il peggio, in tutti i sensi, è passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche