06 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Cronaca News

Coronavirus, il Centro comunale di Taranto attivo 24 ore al giorno

Il sindaco Rinaldo Melucci: «Orgoglioso della reazione dei tarantini»

Il Centro Operativo Comunale di Taranto
Il Centro Operativo Comunale di Taranto

Il Coc – Centro Operativo Comunale di Ta­ranto è stato attivato h24 già da giorni e diventa parte inte­grante della rete operativa pre­disposta dalla Prefettura.

L’amministrazione comunale ha predisposto la sanificazione degli uffici e messo in essere tutte le indicazioni governative a tutela di cittadini e dipenden­ti, predisponendo inoltre un sistema di prenotazione degli incontri con il pubblico quando non è possibile svolgere il ser­vizio telefonicamente o telema­ticamente.

A darne notizia è una nota di Palazzo di Città.

La Polizia Locale svolge con­trolli sulla effettiva chiusura di tutte le attività indicate dal Dpcm quali teatri, cinema, strutture educative pubbliche e private, sale giochi, discoteche e similari.

Viene inoltre esercitato un controllo del territorio per ve­rificare che chi circola, anche solo in città, abbia reali ne­cessità di farlo dichiarandolo attraverso il modulo predispo­sto e scaricabile online oppure fornito sul posto dagli agenti.

Da martedì sera i controlli ri­guardano anche la chiusura degli esercizi di ristorazione dopo le 18. Tale limitazione ri­guarda tutti i tipi di ristorazio­ne compresa quella ambulante e fino alle 6.00 del mattino po­trà essere reso esclusivamente il servizio di consegna a do­micilio consentito, a esercizio chiuso, con ordinazione telefo­nica.

Con ordinanza sindacale sono stati chiusi i mercati settima­nali, mentre i mercati rionali e all’ingrosso saranno aperti con accesso contingentato perché venga rispettata la distanza di un metro tra le persone. Parchi e ville cittadini possono essere frequentati evitando assembra­mento e limitando le distanze. Per parrucchieri, barbieri e centri di estetica è prevista la chiusura se non può essere ri­spettata la distanza prescritta di un metro.

Più in generale la tendenza dei prossimi giorni sarà consentire il commercio di alimentari e farmacie limitando al massimo tutti gli altri esercizi pubblici, si spiega dal Comune.

Questo mentre in stretto co­ordinamento con la Questu­ra di Taranto e le altre Forze dell’Ordine, si sta provveden­do ad intensificare i controlli presso esercizi commerciali e luoghi pubblici, oltre che ad arricchire il programma di sa­nificazione di strade, edifici e mezzi comunali.

Nella giornata di ieri il sindaco del capoluogo ionico Rinaldo Melucci ha anche rappresenta­to alla struttura dello Spesal le denunce ricevute a vario titolo da lavoratori e Organizzazioni Sindacali, rispetto a presunte mancate osservanze del pro­tocollo Covid-19 nella zona in­dustriale. Gli organismi com­petenti sono in queste ore in azione per le verifiche del caso e per sensibilizzare adeguata­mente tutti i datori di lavoro in­teressati. Il Sindaco ha espres­so solidarietà e apprezzamento per l’iniziativa di responsabili­tà nei confronti dell’intera co­munità da parte di Confcom­mercio, che sta disponendo in città il ridimensionamento delle attività commerciali non necessarie. L’amministrazione torna a confermare che farà tut­to quanto in suo potere per so­stenere la ripartenza del nostro sistema economico al termine di questa emergenza. Intanto lo stesso sindaco Melucci, ha diffuso un video, rivolgendosi ai tarantini ed alle tarantine. «Il vostro sindaco è veramente orgoglioso di voi. La città sta rispondendo con grande civi­smo e senso di responsabilità.

Tutta Italia si sta rendendo con­to di quanto è difficile coniu­gare salute e economia, forse da oggi tutti capiscono anche meglio l’anima di Taranto, e le sue esigenze». «Non dobbiamo sottovalutare quel nemico in­sidioso che è il virus» ancora parole del sindaco. «C’è un centro operativo comunale che si riunisce ogni giorno, ci sono i controlli. Tutto è sotto con­trollo, ma dateci una mano: noi tarantini le sfide importanti le sappiamo sostenere. Bisogna restare a casa, non abbiate pau­ra. Grazie a tutti per quello che state facendo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche