16 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Maggio 2021 alle 15:41:06

Cronaca News

Nascondeva un mini arsenale nel suo negozio a Taranto

Le armi sequestrate
Le armi sequestrate

Nascondeva un mini arsenale in casa e nell’esercizio commerciale. I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale durante un mirato servizio hanno arrestato un commerciante tarantino, di quarantasette anni, per detenzione illegale di armi e di munizioni da guerra. I militari in borghese della caserma di viale Virgilio, nel corso di perquisizioni eseguite nell’abitazione dell’uomo e all’interno della sua attività commerciale hanno rinvenuto una pistola semiautomatica Glock, modello 26, con matricola limata, completa di caricatore con sette proiettili calibro 9 parabellum, di quelli in uso alle forze armate e alle forze di polizia italiane, considerati quindi munizionamento da guerra; un revolver Taurus calibro 38 special, caricato con cinque proiettili; una pistola semiautomatica Beretta 35, calibro 9 corto, completa di caricatore con cinque proiettili; una pistola a salve priva di marca e matricola, modificata per l’uso con proiettili veri e risultata perfettamente funzionante, completa di caricatore con cinque proiettili calibro 6.35. Sotto sequestro altri venticinque proiettili di vario calibro.

Tutte le armi e le munizioni sono state poste sotto sequestro e saranno inviate per gli accertamenti balistici al Ris di Roma,. Gli esperti verificheranno se le pistole siano state utilizzate durante fatti di sangue o atti intimidatori. Al termine dei rilievi fotosegnaletici e delle altre formalità di rito, il commerciante è stato condotto presso la sua abitazione dove dovrà rimanere ai “domiciliari”, a disposizione della Procura jonica, in attesa dell’udienza di convalida del provvedimento che si terrà nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche