08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 08:30:10

Altri Sport News Sport

L’urlo di Daniele Nasole: Andrà tutto bene

Il talento tarantino, vicecampione italiano di paracanoa

Daniele Nasole
Daniele Nasole

Daniele Nasole sa come si vincono le grandi bat­taglie.

Cresciuto a pane e sport, da ra­gazzo è stato tra gli elementi più promettenti della canoa ta­rantina e nel 2019, a 36 anni, si è laureato vicecampione italia­no di paracanoa nelle categorie K1 1000 m – KL3 e K1 500 m – KL3.

Nel mezzo, più precisamente nel 2015, a Daniele è stato dia­gnosticato un carcinoma germi­nale mediastinico con metastasi ossee, che gli ha compromesso diverse ossa e costretto a lunghe sedute di chemioterapia. Dopo più di un anno, la notizia della “pagaiata vincente”: il male era stato sconfitto.

La vita lo ha già messo a dura prova ed ora il suo straordina­rio coraggio è di esempio per tutti noi alle prese con questo nemico invisibile chiamato “co­vid – 19”, per tutti coronavirus. “Quello che sta accadendo in tutto il mondo, ma soprattutto sul nostro territorio è qualcosa di surreale – commenta il cam­pione – e si fa fatica a credere che stia davvero accadendo. Ma intanto bisogna stringere i denti ed essere intelligenti a seguire con premura le istruzioni, sfrut­tando questa occasione per ri­scoprire tante cose che la vita di oggi ci fa perdere. Andrà tut­to bene, ne sono sicuro! E’ bel­lissimo vedere sui social tanta partecipazione. Ora sono fuori per lavoro ma non vedo l’ora di tornare a casa da Sabrina, il mio amore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche