13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

News Provincia

Martina Franca, obiettivo: 30mila mascherine

Una per ogni famiglia consegnate nella cassette postali

Martina Franca, obiettivo: 30mila mascherine
Martina Franca, obiettivo: 30mila mascherine

MARTINA FRANCA – Distri­buite già 14mila mascherine nel centro abitato e 5mila nell’agro in quattro giorni. Nei prossimi, si arriverà a distribuirne fino a 30mila in totale, con l’obiettivo di farne pervenire una per ogni nu­cleo familiare residente. La logi­ca della distribuzione ha seguito l’ordine dei quartieri, dal Carmi­ne a Montetullio, via via fino al centro storico, arrivando infine ai quartieri a sud, con la consegna nella cassetta postale. Per quanto riguarda l’agro, si è deciso invece di individuare dei punti di distri­buzione per ogni zona, indicati­vamente in esercizi commerciali abilitati a restare aperti come da decreto #iorestoacasa: il passa­parola in contrada ha facilitato la distribuzione senza creare assem­bramenti. Non sono mancati, pur­troppo, anche episodi di inciviltà: diverse sono le segnalazioni sui social di cassette postali private violate per accaparrarsi qualche mascherina in più.

Martina Franca, obiettivo: 30mila mascherine
Martina Franca, obiettivo: 30mila mascherine

L’iniziativa parte fondamental­mente dalla generosità di molte aziende tessili del territorio: tes­suto, mani abili ed esperienza sartoriale decennale sono stati gli elementi della generosità di queste realtà che, per il momento, han­no deciso di restare anonime. “A loro – afferma il geom. Abbrac­ciavento, coordinatore del COC, il Centro Operativo Comunale – “e a tutte le aziende che hanno contribuito a vario titolo all’im­presa, sarà dedicato un momento speciale pubblico di ringrazia­mento quando questa emergenza sarà terminata”. Importanti i “nu­meri” della generosità martine­se: oltre 20mila mascherine già pronte in distribuzione in questi giorni, 48mila buste trasparenti per il packaging, 300mila guanti in nitrite donati, 200 mascherine chirurgiche destinate alle forze di polizia, agli operatori dei ser­vizi sociali e ai volontari attivi sul territorio, cinque associazioni locali di Protezione Civile coordi­nate dal COC (Ser Martina, Cro­ce Rossa Italiana, Associazione Nazionale Carabinieri, Motoclub San Martino, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologi­co), oltre 60 volontari impegnati a turno, già da diversi giorni, per impacchettare e distribuire le ma­scherine presso il Centro Servizi.

“Grazie all’importante e instan­cabile lavoro delle nostre aziende, alle quali va la nostra riconoscen­za – sottolinea il sindaco Ancona – oggi siamo in grado di donare una mascherina per famiglia utile per contenere il diffondersi del virus Covid-19. È importan­te sottolineare che non si tratta di un Dispositivo di Protezione Individuale (DPI) ma di una ma­scherina di cotone (o tnt) lavabile da indossare quando si esce di casa che può ridurre la diffusio­ne del contagio pur essendo priva di marcatura CE”. Le mascheri­ne, realizzate direttamente nelle aziende tessili, devono essere la­vate prima dell’utilizzo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche