Cronaca News

Bruciate ambulanze della Misericordia

Il Sindaco di Martina Franca: «Atto di persone crudeli»

Bruciate ambulanze della Misericordia di Martina Franca
Bruciate ambulanze della Misericordia di Martina Franca

MARTINA FRANCA – Incen­diate due ambulanze della Mi­sericordia.

Il. grave atto intimidatorio nel­la notte tra mercoledì e giovedì, intorno alle 4, in via Giolitti.

Appena è stato dato l’allarne sul posto sono interveuti i vigi­li del fuoco del distaccamento di Martina Franca. Entrambi i mezzi, nonostante il tempestivo

intervento dei vigili del fuoco, sono andati completamente di­strutti. Oltre a spegnere i due automezzi di soccorso l’inter­vento dei pompieri è servito a no far propagare le fiamme ver­so alcune autovetture parcheg­giate nelle vicinanze. In sup­porto alla squadra di Martina Franca sono intervenuti anche i vigli del fuoco del Comando di

Taranto con una autobotte. Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Martina Franca i quali stanno indagando per identificare gli autori dell’atto criminoso.

“La Compagnia Carabinieri che si sta occupando delle id­nagini ha asoicurato massimo impegno poer individuare i re­spooinsbaili- ha scritto su Face­book il sindaco Franco Ancona – in un momento storico in cui la popolazione sta combattendo una guerra che necessita di tut­ti i presidi sanitari disponibili appiccare un incendio è un atto criminale compiuto da persone di inqualificabile crudeltà. Sia­mo solidlai con i volon tari del­la Misericordia”.

Si registra anche il commento di Giuseppe Turco, consigliere regionale di Senso Civico- Nuo­vo Ulivo per la Puglia.

“Un atto di pura malvagità. Massima solidarietà a volontari e operatori sanitari- dice Turco-provo solo tanta rabbia e vergo­gna.

Vergogna per quei balordi che hanno dato alle fiamme due am­bulanze della Misericordia di Martina Franca.

Un gesto inqualificabile e di to­tale disprezzo verso l’encomia­bile lavoro che i nostri volontari e operatori sanitari stanno ef­fettuando in queste drammati­che settimane.

Mi chiedo dove sia finita la co­scienza di colui o di coloro che in spregio a al più elementare senso di umanità hanno provato gusto nel danneggiare i mezzi di soccorso, due dei tanti che in queste ore girano in lungo e in largo nelle nostre città. A tutti gli operatori va la mia massima solidarietà, con l’auspicio che le forze dell’ordine individuino al più presto questi vigliacchi in­trisi di malvagità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche