Cronaca News

Tenta un furto in un negozio della Città Vecchia di Taranto

Denunciato dalla Polizia di Stato. A Martina un arresto per evasione

Un posto di blocco della Polizia
Un posto di blocco della Polizia - archivio

Anche in tempi di Coronavirus la Polizia di Stato intensifica le attività di contrasto al crimine. Nelle ultime ore, infatti, durante i controlli del territorio disposti dal questore Bellassai, sono finiti nella rete, in due distinte operazioni, un tarantino di 30 anni, denunciato in stato di libertà per il reato di tentato furto ai danni di un esercizio commerciale del centro storico di Taranto, e un 27enne residente a Martina Franca, arrestato per il reato di evasione.

Nel corso della prima operazione, nella notte, i poliziotti dalla Sezione Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, sono intervenuti in un esercizio commerciale ubicato in Città Vecchia dopo la segnalazione di un furto. Giunti sul posto, hanno preso immediatamente contatti con il titolare dell’attività, poi hanno passato al setaccio le immagini del sistema di videosorveglianza. Si è avuto così modo di accertare che il tentativo di furto era avvenuto ad opera di una sola persona. Ultimate le attività di sopralluogo, la pattuglia, dopo aver ripreso le attività di controllo del territorio, mentre transitava in Piazza Fontana ha notato, poco dopo, un a persona il cui aspetto era del tutto simile a quello dell’autore del tentato furto. Un successivo controllo ha consentito di accertare come l’uomo avesse ancora addosso l’abbigliamento ripreso dalle telecamere dell’attività commerciale. Non riuscendo a fornire validi motivi riguardo alla sua presenza nella zona e, messo alle strette, ha ammesso le sue responsabilità riguardo al reato poco prima compiuto, ed è stato quin di segnalato in stato di libertà . E’ stato anche sanzionato per la violazione della normativa in materia di contenimento del Covid-19.

Nella seconda operazione, i poliziotti del Commissariato di Martina Franca, sempre nell’ambito delle attività di controllo del territorio finalizzate alla prevenzione e al contenimento della diffusione del Covid-19, nei giorni scorsi hanno proceduto al controllo di una coppia di giovani che, alla vista della pattuglia, ha cambiato subito direzione, con il chiaro scopo di eludere un eventuale controllo. Prontamente raggiunti e controllati, è emerso che l’uomo era gravato da un provvedimento di arresti domiciliari, emesso dal Tribunale di Firenze, che stava scontando a Martina Franca. L’uomo, su ordine dell’autorità giudiziaria, è stato condotto in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche