15 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Basket News Sport

Basket, «Sconforto altissimo, dalla Fip solo una nota»

Parla il general manager del Cus Jonico Taranto, Roberto Conversano

Roberto Conversano, Cus Jonico Taranto - foto Castellaneta
Roberto Conversano, Cus Jonico Taranto - foto Castellaneta

“Andiamo avanti ma lo sconforto è altissimo”. Così Roberto Conversano esprime in poche parole lo stato d’animo del Cus Jonico Basket Taranto. Dopo un post sulla pagina ufficiale Fa­cebook, metabolizzata, solo in parte la decisione della “fine” dei campionati presa dalla Fip, il so­dalizio cussino, a mente fredda, si esprime tramite il suo dirigente responsabile che ha fatto alcune riflessioni nell’intervista concessa al media partner Radio Cittadella.

“Facciamo una distinzione tra aspetto sportivo/economico e sa­nitario – ci tiene a chiarire il ge­neral manager rossoblu – Nessuno mette in dubbio la gravità della situazione che tutta Italia, e non solo, sta vivendo. Anzi, a loro, alle vittime e a chi sta soffrendo, va il nostro primo pensiero. Per quanto riguarda la decisione di fermare il campionato, un mese fa, era sa­crosanta e doverosa, come succes­so in tutti gli sport, tranne quelli di élite dove si è cercato di gio­care a porte chiuse, al momento che le società lì possono contare sugli introiti dei diritti televisivi. Anche la decisione in se per se di “annullare” i campionati può avere un senso, anche se forse un po’ affrettata, ed essere giustifica­bile ma non è condivisibile l’aver comunicato il tutto con una nota scarna senza dare nessun tipo di delucidazione. Cosa significa ‘an­nullare’ un campionato? Senza un vincente o un perdente come sempre succede nello sport. Dalla Fip ci aspettiamo delle risposte e soprattutto non ci stanno coinvol­gendo, il rischio qui è che molte società falliscano perché noi dob­biamo rendere conto, non solo ai nostri tifosi e ai nostri dipenden­ti, giocatori e staff, ma anche e soprattutto ai nostri sponsor che hanno deciso di investire su di noi e sulla stagione sportiva per avere un ritorno.

Non è così facile come sembra, anche sul discorso stipendi, visto che ci sono dei contratti in ballo, insomma non sarà facile per nes­suno”. Nelle ultime ore il Comune di Ta­ranto, attraverso il sindaco Meluc­ci e l’assessore allo sport Marti, hanno fatto sentire la loro vici­nanza al Cus Jonico, come anche all’Ad Maiora sul versante femmi­nile: “Li ringrazio, è una parola di conforto che fa piacere in questo momento. Anche perché il sinda­co ci è stato vicino, anche fisica­mente al palazzetto e gli assessori anche”. Un pensiero conclusivo alla squa­dra è più che doveroso anzi sen­tito: “Un grande gruppo e un grande allenatore che meritavano, come le altre squadre, di giocarsi i playoff che si erano guadagnati sul parquet. Ci siamo allenati fino all’ultimo, e i ragazzi stavano con­tinuando ad allenarsi nelle loro case in filo diretto continuo con il nostro preparatore Peppe Diciol­la. Dispiace enormemente, l’ho sentito nei loro messaggi in que­sti giorni. Ci credevamo, avevamo rinforzato la squadra con De Paoli e l’ultimo giorno di mercato ave­vamo tesserato un giovane under interessante, il francese Kegan, che non siamo riusciti nemmeno a presentare. E anche sul fronte sponsor ci eravamo mossi per am­pliare la nostra ‘famiglia’ che ci supporta. Aspettiamo fiduciosi di saperne di più, su tutto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche