11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 21:25:15

Cronaca News

Taranto per un’ora capitale internazionale della preghiera

Chiesa della Madonna del Rosario, a Talsano
Chiesa della Madonna del Rosario, a Talsano

Per un’ora Taranto è stata la capitale internazionale della preghiera. Tanto è avvenuto martedì sera, dalle ore 20.30 alle 21.30, nell’ora di adorazione eucaristica svoltasi nella chiesa della Madonna del Rosario, a Talsano, guidata dal parroco don Danilo Minosa. L’iniziativa è stata trasmessa in diretta su diversi canali social, con oltre 22mila visualizzazioni anche dall’estero e di tanti tarantini costretti a non poter tornare in questi giorni (una volta!) di festa.

Tanto si è svolto nell’ambito delle “40 Ore di adorazione – Muro di Fuoco”, un’iniziativa che, da venti anni, il movimento carismatico del Rinnovamento nello Spirito Santo mette in campo nei tempi della gioia e nei tempi del dolore, come appunto quelli attuali, e che ha coinvolto gruppi di preghiera di tutte le regioni e anche quelli di Svizzera, Francia, Germania e Moldova. Da lunedì 30 marzo, a partire dalle ore 7.30, a martedì 31 marzo, alle ore 23.30, in diretta video, ogni ora tutte le regioni d’Italia e le nazioni citate hanno preso parte a una sorta di corsa a staffetta di preghiera e d’intercessione perchè cessasse il flagello della pandemia di Coronavirus. Martedì sera, alle ore 20.30, è stato appunto il turno della Puglia, con migliaia di persone, appartenenti al gruppo e non, che hanno partecipato dagli schermi di computer e smartphone all’adorazione eucaristica nella chiesa della Madonna del Rosario di Talsano guidata da don Danilo, fra momenti di silenzio e canti caratteristici del movimento carismatico. Il sacerdote, nelle varie meditazioni, ha invitato a non vergognarsi di gridare a Dio la nostra debolezza, la stanchezza, la rabbia, il dolore perché Egli non se ne scandalizza, nella certezza che la Sua risposta è certa. Tutto questo, mentre al lato dello schermo scorrevano brevi messaggi di richieste di preghiera inviati da casa. Dopo la benedizione eucaristica, a prendere in mano la staffetta della preghiera è stata la Francia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche