29 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Ottobre 2020 alle 13:43:57

Cronaca News

Il cuore d’oro dei tarantini

Le donazioni consegnate nei giorni scorsi alla Asl

La donazione dell’associazione Amici Cacciatori
La donazione dell’associazione Amici Cacciatori

È stata una Pasqua caratterizzata dalla generosità per i presidi della Asl Taranto. Enti, associazioni e aziende pri­vate hanno inteso sostenere l’A­zienda e i propri operatori sani­tari nel fronteggiare l’emergenza epidemiologica in corso, con di­verse donazioni.

Presso l’Ospedale “San Giusep­pe Moscati”, la dott.ssa Floria­na Pupino, Amministratore del laboratorio dermocosmetico La Mediterranee Srl, con sede a Ta­ranto, e il dott. Lassandro Ales­sandro, hanno donato circa 1000 pezzi di gel igienizzante mani a base alcolica, formulato e pro­dotto nel proprio laboratorio, secondo le disposizioni dell’I­stituto Superiore di Sanità. Il gel igienizzante, assieme all’acqua, è ritenuto fondamentale come mi­sura igienico sanitaria per preve­nire il contagio da Covid-19.

L’Associazione Amici Cacciato­ri ha donato un’ampia fornitura di guanti, mascherine FFP2, ca­schetti protettivi, tute e occhiali protettivi, sfigmomanometri e termometri ad infrarossi. Oltre a tali dispositivi sono state donate anche uova di Pasqua per il per­sonale sanitario, in prima linea nella lotta al Coronavirus.

L'Ospedale Moscati di Taranto
L’Ospedale Moscati di Taranto

Sempre al “Moscati”, le ditte tarantine Ecotaras Spa e First Point Srl, hanno donato due emo­gasanalizzatori, ad oggi operati­vi, al reparto di Rianimazione e Anestesia.

Tali apparecchiature, indicate per il trattamento dei pazienti che presentano insufficienza re­spiratoria o dispnea acuta, ana­lizzano campioni ematici per rilevare la quantità di ossigeno e di anidride carbonica presenti nel sangue e il pH. Questa ana­lisi è utile per la valutazione delle funzionalità dell’apparato respiratorio per la rilevazione di eventuali squilibri acido-base che potrebbero essere indice di patologie polmonari, renali o metaboliche. Per l’utilizzo delle apparecchiature è stata, inoltre, garantita la formazione del per­sonale.

Le donazioni non hanno riguar­dato solo l’Ospedale “Moscati”, designato come Hub Covid per Taranto e provincia, ma anche il presidio “San Marco” di Grotta­glie.

La dott.ssa Fabiola La Grot­ta, Amministratore della Fadi Aziende riunite Srl, ha donato uova di Pasqua al personale sani­tario, come segno di riconoscen­za e gratitudine per l’impegno e l’abnegazione che dimostrano ogni giorno.

Anche i volontari della Croce Rossa Italiana hanno consegnato colombe pasquali, donate dalla pasticceria Sole di Grottaglie, in favore del personale e dei degen­ti presenti nella struttura.

Tutte le donazioni si sono svol­te secondo le disposizioni mi­nisteriali che limitano l’accesso alle strutture ospedaliere, alla presenza del Direttore Genera­le della Asl Taranto, avv. Ste­fano Rossi, il quale ha espresso la sua gratitudine a tutti coloro che in questo momento stanno dimostrando la loro generosità e solidarietà. “Mai come in questo momento ringrazio tutti i citta­dini di Taranto e provincia che a pieno titolo stanno sostenendo la sanità jonica, dimostrando – continua Rossi – tanta generosità, ma soprattutto, grande senso di responsabilità verso l’Azienda e verso la collettività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche